Lo scoiattolo grigio è salvo: la Regione Emilia-Romagna non lo abbatterà

lo-scoiattolo-grigio-e-salvo:-la-regione-emilia-romagna-non-lo-abbattera

BOLOGNA – C’è un piano per ‘confinare’ lo scoiattolo grigio senza abbatterlo. Lo annuncia la Regione Emilia-Romagna dopo la comparsa del roditore anche nel piacentino e le proteste degli animalisti per l’ipotesi di ‘gasare’ i piccoli animali con l’anidride carbonica. Il piano di intervento di viale Aldo Moro prevede invece un sistema di monitoraggio “che si concentrerà nei territori al confine con le province di Lodi, Cremona e Rovigo, in particolare nella zona del Delta del Po”.

Nelle aree interessate saranno installate foto-trappole per rilevare l’eventuale presenza di altri scoiattoli grigi e catturarli. Ma paiono scartate, a questo punto, soluzioni cruente o comunque letali per gli scoiattoli. La collaborazione sperimentata in questi anni “ha fatto sì che sia Lav nazionale (Lega Anti Vivisezione) che il centro di recupero fauna selvatica il Pettirosso di Modena si siano resi disponibili ad ospitare gli scoiattoli catturati evitandone la soppressione”.

Ieri queste due realtà “hanno inviato richiesta alla Regione per il riconoscimento dell’idoneità delle proprie strutture alla collocazione degli esemplari catturati e viale Aldo Moro si è subito mobilitata per iniziare ad acquisire i necessari pareri del ministero dell’Ambiente e di Ispra e procedere così alla successiva eventuale autorizzazione”.

Lo scoiattolo grigio, ricorda viale Aldo Moro, è considerato a livello internazionale tra le 100 specie invasive più dannose al mondo: la sua presenza è già stata segnalata in Piemonte, Liguria e Lombardia e ora, appunto, anche in Emilia-Romagna. Questo scoiattolo, originario del Nord America, “è una specie che secondo gli esperti può causare impatti negativi sia sugli ecosistemi colonizzati, sia sulle attività umane”.

In particolare, sottolinea ancora la Regione, “scorteccia gli alberi, che di conseguenza sono maggiormente suscettibili agli attacchi dei parassiti, oltre ad essere ghiotto di nocciole. Senza considerare che è estremamente pericoloso per lo scoiattolo comune, la specie autoctona”. Infatti, “può provocarne l’estinzione grazie a una maggiore efficienza nello sfruttamento delle risorse naturali e in alcuni casi anche mediante meccanismi parassitologici: ad esempio può predare uova di uccelli e competere con le specie locali per l’uso di cavità arboree”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Lo scoiattolo grigio è salvo: la Regione Emilia-Romagna non lo abbatterà proviene da Ragionieri e previdenza.

Fisco, De Lise (commercialisti): Includere le associazioni professionisti nel regime forfettario

Il sottosegretario Federico Freni (Mef) incontra una delegazione del’Ungdcec  ROMA - “Chiediamo al governo, in particolare al ministro dell’Economia e delle Finanze, di includere nel...

In Illinois spari sulla parata del 4 luglio: almeno 6 morti

ROMA – Un maschio bianco, di 18 o 20 anni circa, con capelli lunghi neri, piccolo di corporatura, con indosso una t-shirt bianca o blu: questo l’identikit diffuso dalla polizia dell’Illinois, negli Stati Uniti, di un uomo che ha aperto il fuoco sui partecipanti alla parata del 4 luglio uccidendo almeno sei persone. I riferimenti…

Nato, Altun (minoranza curda in Svezia): “Ci hanno tradito ma non ci arrendiamo”

ROMA – Il memorandum siglato fra Turchia, Svezia e Finlandia che dovrebbe aprire all’adesione dei due Paesi scandinavi alla Nato “è vergognoso e a spese della popolazione curda”. Nonostante questo, però, “crediamo nella società svedese e nella sua democrazia e sappiamo che il popolo svedese è con noi”. A parlare così è Ridvan Altun, portavoce…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: