De Lise (commercialisti): il Mef acceleri l’accesso alle sentenze tributarie per i contribuenti

  L'appello lanciato dal numero uno dell'Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili “Nel processo tributario, l’Agenzia delle Entrate ha accesso a tutti i fascicoli...

Al via il XIX Festival “Dal Barocco al Jazz 2021”

Ad Anacapri, dal 5 al 9 agosto, cinque appuntamenti sulla Terrazza dell’Hotel Caesar Augustus. Edizione dedicata agli anniversari: da Ella Fitzgerald a Carosone, passando per Vivaldi...

Buono (Fenalc): 200 ragazzi con disabilità gravi inseriti nel progetto ‘#unicimaisoli’

  Alla Stazione Marittima di Salerno Fenalc presenta un primo bilancio del progetto nazionale per la riabilitazione sensoriale e motoria dei ragazzi con gravi forme...

Amitrano (M5s), Maresca gioisca invece di polemizzare

Parla il deputato napoletano presidente del Comitato “Napoli 5 stelle” “Invece di polemizzare con chiunque gli capiti a tiro, per i 246 milioni di euro...

Mariano Rigillo rilegge Enrico Caruso nell’hotel Vesuvio

  Concerto in memoriam del grande tenore. Appuntamento il 1º agosto nell’albergo in cui spirò il cantante 100 anni fa Dopo il successo del recital...

Nieddu: “La Sardegna non andrà in zona gialla”

CAGLIARI – “Chiariamo una volta per tutte che la Sardegna non andrà in zona gialla. Sono tutti convinti che con il raggiungimento del 10% di terapie intensive il passaggio sia automatico, non è così”. A ribadirlo è l’assessore regionale alla Sanità, Mario Nieddu, parlando con i giornalisti prima della riunione della commissione Salute del Consiglio…

La Torre: “L’oro di Jacobs? Solo chi non lo conosce può avere dubbi”

Dalla nostra inviata Erika Primavera TOKYO – “Ho letto cosa scrivono alcuni giornalisti stranieri: non sta scritto da nessuna parte che il vincitore dei 100 metri delle Olimpiadi debba essere per forza americano o anglosassone. Soltanto chi non conosce il percorso di Marcell e la maniacalità dei suoi allenamenti può avere qualche dubbio”. Così il…

Il Canada accoglierà tre atleti del team rifugiati di Tokyo 2020

ROMA – Il Canada è il primo Paese a decidere di accogliere tre degli atleti della squadra dei 29 rifugiati presente alle Olimpiadi di Tokyo 2020 grazie a un programma congiunto tra il Comitato internazionale olimpico (Cio) e l’Alto commissariato dell’Onu per i rifugiati (Unhcr). Tre corridori mezzofondisti sudsudanesi – Paulo Amotun Lokoro, Nathike Lokonyen…