Cuffaro: “In Italia carceri da incubo. La gente si lascia morire”

cuffaro:-“in-italia-carceri-da-incubo.-la-gente-si-lascia-morire”

PALERMO – “Le carceri italiane sono un incubo da tempo, sono luoghi dove la gente non viene rieducata ma posti di pena e, a volte, anche tutto il sistema è vessatorio”. Lo ha detto l’ex presidente della Regione Siciliana Salvatore Cuffaro, che ha scontato una pena di sette anni per favoreggiamento verso persone appartenenti a Cosa nostra e rivelazione di segreto istruttorio, a Palermo, nel corso del convegno ‘Né pena di morte, ne morti per pena’.

L’ALLARME SUICIDI

Cuffaro, che è stato recluso nel carcere romano di Rebibbia dal 22 gennaio 2011 al 13 dicembre 2015, ha spiegato: “Il problema non è solo per il sovraffollamento, con stanze con il 30-40% di gente in più rispetto a quanto le celle ne potrebbero contenere, ma perché tutto il sistema che riguarda i servizi primari è vessatorio. Le celle diventano un luogo di sofferenza e proprio per questo l’Italia è stata redarguita dalla Corte dei diritti europei. Le celle purtroppo diventano luoghi dove la gente si lascia morire – ha aggiunto l’ex presidente della Regione, esponente della Democrazia Cristiana – Nel nostro Paese è sempre più in aumento, infatti, il numero di suicidi in cella: ci sono più suicidi nelle carceri italiane di quanto ne faccia la pena di morte negli Stati dove è ammessa. Un Paese di diritti come il nostro non può non attenzionare ed umanizzare un luogo dove la gente, anche se ha sbagliato va rieducata, salvando dignità”, ha concluso Cuffaro.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Cuffaro: “In Italia carceri da incubo. La gente si lascia morire” proviene da Ragionieri e previdenza.

Diciottenne morto durante lo stage, Rete ATI Friuli: “Lorenzo non era in alternanza scuola-lavoro”

ROMA – “Quello che stiamo vivendo è un dramma. Un dramma devastante che meriterebbe però un po’ di consapevolezza in più. Forse servirebbe tenere i toni più bassi, e prima di criticare dei modelli bisognerebbe conoscerli. L’alternanza scuola lavoro non c’entra nulla. Quello che frequentava Lorenzo era un Centro di Formazione Professionale”. Gabriele De Simone,…

Torre dei Moro, la Regione Lombardia propone alloggi calmierati ai residenti

Di Nicolò Rubeis MILANO – La Regione Lombardia scende in campo in aiuto dei residenti della Torre dei Moro, lo stabile andato in fiamme lo scorso 29 agosto: tra due giorni, mercoledì 26 gennaio, stando a quanto apprende la ‘Dire’, funzionari del Pirellone faranno vedere degli appartamenti destinati potenzialmente alle 40 famiglie (molte, tra loro,…

Migranti, il messaggio del vescovo di Mazara alla capomissione della Mare Jonio: “Siamo con voi”

PALERMO – “Seppur lontano fisicamente sono con voi con l’affetto. Sappiate che condividiamo in pieno i vostri ideali di accoglienza, del prendersi cura dell’altro”. Lo ha detto il vescovo di Mazara del Vallo (Trapani), monsignor Domenico Mogavero, a Sheila Melosu, 35 anni, palermitana e capomissione della nave Mare Jonio della flotta civile europea di Mediterranea…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: