Le dichiarazioni del sindaco di Napoli Luigi de Magistris a conclusione dell’incontro del 15 maggio in Prefettura sul centro storico di Napoli, presenti fra gli altri i ministri Lezzi e Bonisoli.

De Magistris, tavolo col Governo sul centro storico: è andata benissimo

Il ministro Bonisoli: soldi e progetti, in un mese passiamo dalla teoria alla pratica

La ministra Lezzi: eccellente collaborazione fra le istituzioni per Napoli

Il prossimo 31 maggio sarà siglato nella sede della Prefettura di Napoli il Contratto istituzionale di sviluppo tra Governo, Regione Campania e Comune di Napoli che prevede il finanziamento da parte dell’esecutivo di poco più di 90 milioni di euro per avviare interventi nel Centro storico di Napoli. Lo ha annunciato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, lasciando la Prefettura dove oggi si è tenuto un incontro con i ministri Lezzi e Bonisoli e con il vicepresidente della Regione Bonavitacola. Le opere riguarderanno l’area che va da Capodimonte al Mann, per proseguire verso i Gerolomini, piazza Carlo III e piazza Cavour e l’area dello Scudillo con l’obiettivo – ha spiegato de Magistris – «di decongestionare il centro storico e allo stesso tempo allargarne il perimetro». Gli interventi previsti vanno dal restauro di monumenti a progetti di riqualificazione, cohousing e coworking, realizzazione di studentati e di aree pedonali.

«Poche volte mi è capitato di essere così soddisfatto per il livello altissimo di cooperazione e di rapidità, Napoli è credibile e forte ed è difficile trovare un altro luogo in cui si riesce a chiudere in un mese». Così il sindaco di Napoli Luigi de Magistris al termine dell’incontro in Prefettura. De Magistris ha sottolineato «che si tratta di opere già progettate e altre da progettare ma sono tutti interventi definiti e cantierabili in attesa di finanziamento», e ha elogiato «il grande lavoro di collaborazione istituzionale che, in pochissimi giorni, ha messo insieme il Governo, la Regione, il Comune e le Soprintendenze».