Bologna in 48 ore secondo la guida Lonely Planet

bologna-in-48-ore-secondo-la-guida-lonely-planet

BOLOGNA – La Torre dell’orologio, Casa Dalla e il cinema in piazza. Quarantotto ore a Bologna per raccontare, sul sito di Lonely Planet, cosa c’è da fare e da vedere in città. Sotto le Due Torri si prepara il terreno al ritorno del turisti con un accordo con Edt, casa editrice della guida più famosa del mondo, grazie al quale anche Bologna sarà tra le mete protagoniste del progetto “Italia On The Road-48 ore a…”. Gli ‘inviati’ di Lonely Planet, un videomaker e un instragrammer, saranno in città a maggio e in due giorni realizzeranno una serie di contenuti che saranno raccolti e pubblicati sull’ hub di www.lonelyplanetitalia.it dedicato al progetto.

In particolare, verranno realizzati un video che racconta le diverse anime di Bologna, un articolo, un diario di viaggio, una gallery fotografica, oltre alla copertura sui canali social, che saranno poi ulteriormente amplificati grazie alla partnership con la community Igers Italia e Repubblica.it. La campagna promozionale, che avrà azioni online e offline, racconterà anche le grandi aperture e riaperture (i musei, la Torre dell’Orologio, le Due Torri, Casa Dalla, una collezione di nuovi tour realizzati da Bologna Welcome in collaborazione con le associazioni di categoria delle guide professionali) e gli eventi in cartellone (‘Bologna Estate’, ‘Repubblica delle Idee’ e i festival ‘Il Cinema Ritrovato’ e ‘Sotto le Stelle del Cinema’). Altro grande fuoco della campagna sarà la webapp MyBologna, che fa della città un ambiente tecnologico, in cui è possibile in un click prenotare in sicurezza tour ed esperienze turistiche, un ristorante o risolvere problemi pratici sugli spostamenti e sulla vita quotidiana.

“Nel corso di questo difficile anno, assieme a Bologna Welcome e a Destinazione turistica metropolitana, abbiamo continuato a raccontare Bologna, quel che di bello la città e il suo territorio esprimono, e di come saremo pronti nuovamente ad aprire le nostre porte non appena questo periodo complicato finirà”, spiega Matteo Lepore, presidente di Destinazione turistica Bologna metropolitana e assessore comunale al Turismo. “Bologna è un’atmosfera unica al mondo che i turisti finalmente liberi torneranno ad apprezzare. Bologna è stimolo di cultura, portici per proteggere, torri medievali per avere un punto d’orientamento, chiese che si passano la storia, canali che nascondono misteri, sfogline dall’arte magica, e soprattutto la vita e l’accoglienza dei bolognesi. Un’atmosfera che il mondo ha imparato a conoscere e amare anche grazie all’azione di Bologna Welcome”, sottolinea Valerio Veronesi, presidente della Camera di Commercio di Bologna.

“Come Bologna Welcome non ci siamo mai fermati, e continueremo a lavorare strenuamente per far sì che la nostra destinazione, così autentica e attrattiva, venga raccontata attraverso progetti all’avanguardia come ‘Italia On The Road-48 ore a…’”, conclude il presidente Giovanni Trombetti. “Italia On The Road-48 ore a…” è un progetto di comunicazione integrato con cui Lonely Planet racconta l’Italia come destinazione turistica, con un’attenzione particolare alle città d’arte. Bologna partecipa all’iniziativa insieme ad altre destinazioni come Roma, Genova, Torino, Taranto, Capri e Gorizia.

LEGGI ANCHE: Emilia-Romagna, nelle prossime settimane ristori ai locali in regola con i contributi

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Bologna in 48 ore secondo la guida Lonely Planet proviene da Ragionieri e previdenza.

Figliuolo: “In arrivo sette milioni di dosi Pfizer in più per l’Italia”

TORINO – “Mi ha chiamato il presidente Draghi mentre stavo arrivando ad Aosta per comunicarmi che, grazie alle pressioni europee, all’Ue arriveranno 50 milioni di dosi Pfizer in più per il trimestre aprile, maggio, giugno”. Cosi’ il generale Francesco Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, arrivato oggi a Torino per l’inaugurazione del nuovo centro vaccinale…

L’appello del comitato Orsan sulle Rsa: “Via libera alle visite in presenza ai familiari”

ROMA – I parenti e familiari degli oltre 350mila ospiti ricoverati nelle 7.372 strutture residenziali socio assistenziali (RSA) italiane (fonte: Ministero della Salute (2019) Annuario Statistico del Servizio Sanitario Nazionale, anno 2017) alzano la voce e chiedono al Governo una data certa per la ripresa, in presenza e nel pieno rispetto dei protocolli sanitari, delle…

Sanità, Morra: “Azienda ospedaliera di Cosenza occupata dai cittadini”

REGGIO CALABRIA – “Oggi a Cosenza dei cittadini hanno occupato la sede della direzione generale dell’Azienda ospedaliera di Cosenza. È un gruppo di residenti nel cosentino che chiedono, giustamente, una sanità pubblica ed efficiente che porti alla fine del commissariamento con conseguente riapertura degli ospedali ed assunzione di personale necessario per sopperire alle mancanze attuali”.…