Resta: Africa e start-up, sfide per il Politecnico e Milano

Il rettore uscente: ambizioni molto alte per andare ancora oltre

Milano, 30 nov. (askanews) – “Ogni volta che uno si mette delle asticelle alte c’è il rischio di non riuscire a superarle. Se invece abbassiamo le nostre ambizioni riusciremo a raggiungerle. Noi avevamo puntato molto in alto e dobbiamo fare ancora di più”. Lo ha detto ad askanews il rettore uscente del Politecnico di Milano, Ferruccio Resta, tracciando una sorta di bilancio del proprio mandato in occasione dell’inaugurazione del nuovo anno accademico.

Un discorso, il suo, nel quale più che i molti risultati ottenuti ha preferito puntare su quello che ancora andrebbe fatto. “Ho citato oggi – ha aggiunto – due iniziative che secondo me sono molto importanti: l’Africa, dal punto di vista internazionale, che diventerà veramente lo scenario e una delle grandissime opportunità per il nostro Paese, per fare formazione, per fare capacity building, per fare innovazione. Dall’altra un grande centro di innovazione e di start-up al pari di quelli che vediamo in Israele o in Giappone. Milano ha tutte le carte in regola per farcela e io credo che il Politecnico, ma non da solo, con le imprese, con la finanza, con le istituzioni, possa veramente puntare ad avere un luogo per fare innovazione, tecnologica e sociale per il futuro”.

VIDEO | Al Lago di Ledro dopo due anni torna il Tuffo della Merla, è un successo

BOLOGNA – "Ci sono solo 5 gradi, niente di che". Questa frase riassume bene lo spirito ‘pazzo’ e temerario alla base del tradizionale "tuffo della merla" nelle acque (solitamente ghiacciate) del lago di Ledro negli ultimi giorni di gennaio. L’iniziativa, che in Trentino Alto Adige ha una storia ormai consolidata, è andata in scena nuovamente

Il Papa in partenza per il Congo, l’appello: “C’è un buco nero dell’informazione, il mondo apra gli occhi”

ROMA – Rompere il silenzio sui conflitti armati in Congo, un Paese vittima della propria stessa ricchezza, coltan, cobalto e "terre rare", sulle quali vogliono mettere le mani governi e multinazionali dell’industria elettronica: è l’appello che arriva da Roma, a pochi giorni dalla visita apostolica a Kinshasa di Papa Francesco. Le voci sono quelle di

Morto Ludovico Di Meo. Ex Rai, era direttore generale di San Marino Rtv

Condusse al Tg1 l'edizione straordinaria dell'11 settembre Roma, 29 gen. (askanews) - E' morto Ludovico Di Meo, giornalista con una lunga carriera in Rai, direttore generale di San Marino Rtv. Così il sito dell'emittente ha comunicato la notizia: "Una notizia che sconvolge la San Marino Rtv. Questa mattina, a Roma, è morto il direttore generale
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: