GIUSTIZIA: MARANO; (FDI) “NO ALLA CHIUSURA DELL’UFFICIO GIUDICE DI PACE”

“L’istanza del Presidente del Tribunale di Napoli nord, Luigi Picardi, al Ministro della Giustizia Cartabia in cui ha chiesto la soppressione dell’ufficio del Giudice di Pace di Marano, è a dir poco inaccettabile, chiederemo ai parlamentari del nostro partito Cirielli e Iannone, di presentare un’interrogazione ai Ministri dell’Interno e di Grazia e Giustizia per chiedere   di adottare ogni azione possibile affinché si eviti la chiusura di un importate presidio di legalità.” Così in una nota, il consigliere regionale Marco Nonno ed il consigliere comunale di Marano Teresa Giaccio che stamattina hanno partecipato ad un flash mob a Marano al fianco dei giudici di pace che in segno di protesta hanno sospeso tutte le udienze. Gli esponenti di Fratelli d’Italia hanno aggiunto: “Privare i cittadini di un servizio essenziale come quello del Giudice di Pace in un territorio complesso e difficile che comprende i comuni di Marano, Mugnano, Villaricca, Qualiano, Melito, Calvizzano e Giugliano andrebbe a congestionare l’Ufficio del Giudice di Pace di Napoli”. “La funzione del Giudice di Pace è divenuta sempre più importante nella gestione della Giustizia italiana poiché interviene a supporto del Giudice ordinario liberandolo da numerose pratiche, è urgente l’adozione di provvedimenti non più procrastinabili destinati a ristabilire le condizioni minime di servizio, onde evitare la definitiva chiusura dell’Ufficio” – hanno concluso Nonno e Giaccio.

Le prime pagine dei quotidiani di Martedì 6 Dicembre 2022

RIPRODUZIONE RISERVATA Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo https://www.dire.it  » Continua a leggere sul sito di riferimento

La società di Musk Neuralink sotto indagine per test su animali

Il miliardario avrebbe insistito per accelerare gli esperimenti Roma, 6 dic. (askanews) - Neuralink, società del miliardario Elon Musk specializzata nella produzione di apparecchiature mediche hi-tech, è sotto inchiesta federale per violazioni del benessere degli animali. Lo riporta Reuters, secondo cui Neuralink, che sta cercando di sviluppare un chip per impianti cerebrali per aiutare persone

Commercialisti, occorre puntare sui sistemi alternativi di risoluzione delle controversie

Focus di approfondimento dell’Odcec Napoli e di Medì mercoledì 7 dicembre alle ore 15,30 a Piazza dei Martiri, 30 con Armida Filippelli, Armando Cozzuto,...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: