A Genova torna Slow Fish, la biennale del pesce e delle risorse del mare

a-genova-torna-slow-fish,-la-biennale-del-pesce-e-delle-risorse-del-mare

GENOVA – Un mese di appuntamenti digitali e iniziative diffuse su tutto il territorio, a partire dal 3 giugno, e quattro giorni in presenza, a Genova, dal primo al 4 luglio. Slow Fish, la biennale dedicata al pesce e alle risorse del mare organizzata da Slow Food e Regione Liguria, si riorganizza per il Covid, ma non rinuncia alla sua decima edizione.

Si comincia il 3 giugno con la conferenza inaugurale, trasmessa in streaming dal capoluogo ligure. Dal 4 al 30 giugno la manifestazione propone una lunga serie di eventi digitali, tutti fruibili gratuitamente su www.slowfish.it, e appuntamenti diffusi in tutta la Liguria, organizzati in collaborazione con la rete territoriale di Slow Food Liguria: cuochi liguri proporranno menù ad hoc, i produttori dei presidi Slow food apriranno le porte delle loro aziende ai visitatori, mentre il sistema turistico regionale arricchirà il programma con tour guidati nei borghi e visite nelle città.

Dal primo al quattro luglio, invece, la versione più tradizionale della manifestazione, con stand e degustazioni. Sempre il 3 e 4 luglio, il capoluogo ligure ospiterà anche il congresso nazionale di Slow Food Italia, con oltre 250 delegati invitati e altri 500 delegati e soci che potranno seguire il congresso da remoto. “Da sempre Slow Fish è una manifestazione di enorme rilevanza per Genova, visto l’indissolubile legame della Liguria con il mare- commenta il governatore Giovanni Toti- il ritorno di Slow Fish a Genova coincide con la ripartenza della nostra comunità e diventa un simbolo della nostra capacità di riprendere a vivere con un evento che deve portare un messaggio forte di sostenibilità, salvaguardia della biodiversità e resilienza, dote che per noi liguri è vitale”.

Carlo Petrini, presidente di Slow Food, sottolinea che “il mondo della piccola pesca, che vive in un equilibrio già estremamente delicato per le problematiche di gestione in mare e per le storture del mercato, è tra i settori che hanno sofferto di più la crisi. Con la chiusura delle attività di ristorazione e le restrizioni imposte a mercati e fiere, molti hanno perso i principali sbocchi di mercato. Riaccendere i riflettori sulle comunità di pescatori e le risorse del mare assume oggi un significato ancora più forte per comprendere come possiamo provare a ripartire con il piede giusto, dopo questa grave crisi pandemica, economica e sociale, guardando al bene comune più importante, l’acqua”. Per il sindaco Marco Bucci, “questo evento si colloca a pieno titolo in quella che viene definita la blue economy, di cui la nostra città è il cuore. Continueremo a puntare sull’economia del mare, uno dei settori fondamentali su cui si basa la nostra visione di sviluppo futuro per città. Ma il mare è un bene comune che noi vogliamo e dobbiamo anche proteggere”.

LEGGI ANCHE: Matteo Trentin accompagna i bimbi di Genova a scuola in bicicletta

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo A Genova torna Slow Fish, la biennale del pesce e delle risorse del mare proviene da Ragionieri e previdenza.

L’Ue avverte: “Chi ostacolerà le elezioni in Libia rischia sanzioni”

ROMA – In vista della seconda Conferenza internazionale sulla Libia che si terrà a Berlino domani, il Consiglio europeo ha avvertito che chiunque cercherà di ostacolare o far slittare le elezioni generali del 24 dicembre sarà soggetto a sanzioni. Il vertice – a cui parteciperanno solo i ministri degli Esteri dei Paesi coinvolti – è stato organizzato…

Berlusconi sogna il ‘Centro Destra Italiano’ con Lega e Fdi e annuncia: “Tornerò presto”

ROMA – Il Centro Destra Italiano, un partito unico con Lega e Fdi sul modello del Partito repubblicano americano. E’ il “sogno” di Silvio Berlusconi che oggi, in collegamento telefonico con Lamezia Terme, ha anche battezzato il nuovo partito che immagina per le elezioni politiche del 2023. Intervenuto alla presentazione della candidatura di Roberto Occhiuto…

Intervento record al Rizzoli di Bologna: corretta una schiena curva di 100 gradi

BOLOGNA – Nuovo intervento record al Rizzoli. Gli specialisti dell’istituto ortopedico di Bologna sono riusciti, per la prima volta, a curare una cifosi (cioè la curvatura in avanti della colonna vertebrale) di ben 100 gradi che costringeva la paziente, una donna di 54 anni, sulla sedia a rotelle. Per riportare dritta la schiena, i medici…