Olga De Maio e Luca Lupoli, due artisti che spaziano dalla lirica alla solidarietà

 

I due artisti hanno recentemente ricevuto prestigiosi premi del mondo della cultura e dello spettacolo

 

Olga De Maio (soprano) e Luca Lupoli (tenore) sono artisti lirici del prestigioso teatro San Carlo di Napoli e hanno alle spalle già una lunga carriera: in particolare Olga De Maio inizia alla tenera età di 10 anni come “voce bianca” e solista dei Pueri Cantores di Santa Chiara e presso il teatro San Carlo, diplomata a pieni voti presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli ed ha collaborato con illustri nomi del mondo della musica e dello spettacolo, quali Roberto De Simone, Katia Ricciarelli, Isabella Rossellini e Gerard Depardieu. La De Maio è stata protagonista in prestigiose stagioni concertistiche con musicisti del calibro di Uto Ughi, Salvatore Accardo, Michele Campanella e Cecilia Gasdia.

Luca Lupoli fin da ragazzo si è dedicato allo studio del pianoforte e del canto, ha conseguito la laurea in Lettere con indirizzo Arte, Musica, Spettacolo presso l’Università Federico II di Napoli e la Specializzazione di secondo livello in Discipline musicali canto e coralità presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli con il massimo dei voti. Inoltre, Lupoli si è perfezionato con maestri di livello internazionali quali Campanino, Carraturo, Pagliuca e Alva. Entrambi sono vincitori di importanti concorsi lirici (“Pavarotti International”, “Mascagni”, “Mario Lanza”, “Caruso”, “Mattia Battistini” e “Corelli”), si sono esibiti in teatri e sale da concerto in Italia e all’estero, presiedono l’associazione culturale “Noi per Napoli” che da ben 30 anni promuove la musica lirica, classica e la cultura partenopea in tutto il mondo.

De Maio e Lupoli hanno realizzato eventi con i patrocini delle massime Istituzioni pubbliche, tra le quali il Forum Internazionale delle Culture, le Celebrazioni Internazionali delle Relazioni tra Italia Giappone, eventi celebrativi per l’indimenticata Enrico Caruso, il tradizionale Concerto di Capodanno a Napoli.

I due artisti hanno recentemente ricevuto prestigiosi premi del mondo della cultura e dello spettacolo tra i quali “Ritratti di Territorio”, “Remigio Paone”, “Premio Masaniello” ed “Enrico Caruso”. De Maio e Lupoli hanno un repertorio che spazia dalla romanza da salotto, opera, operetta e canzoni classiche napoletane di cui hanno inciso anche vari cd per la “Ricordi” ed un inedito lirico pop “Anche quando non vuoi”, composto per loro dagli autori di Bocelli, Mina e Celentano.

Infine, sono ideatori e conduttori del format televisivo “Noi per Napoli show” in onda su emittenti televisive campane, in cui la lirica incontra arte, cultura, spettacolo, società ed attualità. Numerosi i format da loro ideati per promuovere costantemente l’arte e il bel canto tra cui “Luoghi Storici e Musica” e “Atmosfere da Sogno” realizzati nei più importanti siti storici e monumentali della Campania.

Recentemente protagonisti sulle pagine dei settimanali “Dipiù Tv” e “Visto”, i due artisti hanno lanciato l’iniziativa del “Festival delle Arti” che ha riscosso successo internazionale, sia sul web che in importanti teatri di Napoli. Entrambi hanno sempre un occhio di riguardo verso l’aspetto sociale per azioni benefiche ed hanno in programma di incidere nuovi brani lirico-pop.

Figliuolo: “In arrivo sette milioni di dosi Pfizer in più per l’Italia”

TORINO – “Mi ha chiamato il presidente Draghi mentre stavo arrivando ad Aosta per comunicarmi che, grazie alle pressioni europee, all’Ue arriveranno 50 milioni di dosi Pfizer in più per il trimestre aprile, maggio, giugno”. Cosi’ il generale Francesco Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, arrivato oggi a Torino per l’inaugurazione del nuovo centro vaccinale…

L’appello del comitato Orsan sulle Rsa: “Via libera alle visite in presenza ai familiari”

ROMA – I parenti e familiari degli oltre 350mila ospiti ricoverati nelle 7.372 strutture residenziali socio assistenziali (RSA) italiane (fonte: Ministero della Salute (2019) Annuario Statistico del Servizio Sanitario Nazionale, anno 2017) alzano la voce e chiedono al Governo una data certa per la ripresa, in presenza e nel pieno rispetto dei protocolli sanitari, delle…

Sanità, Morra: “Azienda ospedaliera di Cosenza occupata dai cittadini”

REGGIO CALABRIA – “Oggi a Cosenza dei cittadini hanno occupato la sede della direzione generale dell’Azienda ospedaliera di Cosenza. È un gruppo di residenti nel cosentino che chiedono, giustamente, una sanità pubblica ed efficiente che porti alla fine del commissariamento con conseguente riapertura degli ospedali ed assunzione di personale necessario per sopperire alle mancanze attuali”.…