Campania, Tim: Cinema Moderno Giffoni sarà restituito a comunità

Pioggia di firme su petizione online

Roma, 24 nov. (askanews) – Giffoni chiama, Tim risponde. Il Cinema Moderno, gloriosa struttura che sorge nella piazza centrale di Giffoni Valle Piana, luogo simbolo di Giffoni Film Festival, potrà essere restituito alla comunità. E’ quanto emerge da una lettera indirizzata a Claudio Gubitosi da Pietro Labriola, amministratore delegato di Tim a pochissimi giorni dall’appello, lanciato proprio da Gubitosi, di verificare la possibilità di restituire l’immobile alla collettività, immaginandone una nuova destinazione d’uso, una nuova vocazione, un nuovo futuro. A tal proposito è stata promossa una petizione online che in pochissime ore ha già superato le mille sottoscrizioni.

“A distanza di pochissimo tempo – dice Claudio Gubitosi, ideatore e fondatore di Giffoni – proprio mentre stiamo continuando la campagna di sottoscrizione della petizione, la TIM mi ha risposto positivamente. Potete immaginare la mia emozione e anche quella di tutto il mio team che, appena avuto la notizia, ha esultato di gioia. Fatemi ringraziare da subito il dottor Labriola e tutti i dirigenti della TIM per questa fantastica apertura”.

“La prossima settimana – continua Gubitosi – chiederò un incontro al sindaco di Giffoni, Antonio Giuliano, per costruire da subito un gruppo di lavoro e poi organizzare sia un incontro a Roma che una presenza dei dirigenti TIM da noi, a Giffoni. Il primo passo è fatto, adesso andiamo avanti con gioia e determinazione”.

L’obiettivo è quello di restituire la dovuta dignità ad un immobile che si trova nel salotto di una città conosciuta in tutto il mondo, frequentato da centinaia di migliaia di persone durante tutto l’anno, proprio in quella piazza Umberto I da dove tutto è partito, ormai 53 anni fa, a pochi metri da dove nacque l’idea, l’intuizione di Giffoni Film Festival, la scintilla che ha saputo conquistare intere generazioni, milioni di giovani di tutte le latitudini, di tutte le lingue e di ogni cultura grazie al linguaggio universale del cinema. Oggi la struttura ospita la centrale telefonica di zona oltre a numerosi apparati trasmissivi utili per la comunità di Giffoni

“Sono certo – aggiunge il direttore Gubitosi – che, grazie alla disponibilità mostrata dalla TIM, riusciremo a trovare il modo perché questa funzione oggi svolta dalla struttura possa restare integra, aggiungendovi, però, una nuova vocazione che sia riconducibile a quel ruolo di riferimento culturale svolto negli anni scorsi dallo storico Cinema Moderno. La disponibilità mostrata dalla TIM è un bellissimo risultato raggiunto che sento di voler condividere con la comunità di Giffoni, con i Giffoner, con tutti coloro che ci amano. E’ anche questo il segno tangibile del nostro rapporto con il territorio, un rapporto che non conosce fratture, ma che è saldissimo come salde sono le nostre radici”.

Rebellin, il ciclismo piange il campione

Da Nibali a Cipollini il ricordo dei protagonisti del pedale Roma, 30 nov. (askanews) - La tragica morte di Davide Rebellin ha sconvolto il mondo del ciclismo. "Rimango tremendamente scioccato nell'apprendere questa triste notizia. Che la terra ti sia lieve, R.I.P. Davide", ha commentato sui social Vincenzo Nibali, a lungo suo compagno di nazionale. Poi

Mattarella rinsalda rapporti con Svizzera, siamo amici profondi. Stoppare cervelli in fuga

A Politecnico Zurigo incontra studenti e ricercatori italiani: dobbiamo offrirgli prospettive Zurigo, 30 nov. (askanews) - Oltre 110mila tra studenti e ricercatori italiani studiano e lavorano nel Politecnico di Zurigo, eccellenza della tecnologia nel cuore dell'Europa. E' qui che il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha scelto di concludere la sua visita di Stato in

Occhiuto: in Calabria con me tolleranza zero su reati ambientali

"Difesa del suolo e lotta all'abusivismo in cima all'agenda politica" Roma, 30 nov. (askanews) - "Da un anno a questa parte, nella mia Regione, da quando mi sono insediato c'è tolleranza zero sui reati ambientali, non solo quelli relativi all'abusivismo ma anche quelli relativi alla mala depurazione, quelli relativi agli incendi boschivi. Per la prima
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: