Achille Ventura: rieletto presidente della “Canottieri Napoli”

Achille Ventura, 62 anni, imprenditore ed ex campione di motonautica, è stato riconfermato per la 4 volta alla guida del prestigioso sodalizio giallorosso della Canottieri Napoli.
Un giusto riconoscimento per il suo impegno e per i brillanti risultati ottenuti dalla società partenopea durante la sua oculata presidenza.
Da annotare che Ventura, eletto per acclamazione dall’assemblea generale dei soci, è anche vicepresidente vicario della federazione italiana motonautica. Ciò a testimonianza dell’ottimo lavoro svolto nel corso degli ultimi anni.
“Sono davvero soddisfatto per la riconferma a presidente del prestigioso club della Canottieri – commenta il numero uno giallorosso – un risultato che mi inorgoglisce e mi dà la forza necessaria per continuare a tenere sempre alto il blasone giallorosso”.
Poi il presidente aggiunge. “Ora il mio impegno proseguirà senza soluzione di continuità, sia a livello regionale che nazionale con l’obiettivo di portare in Campania altri straordinari successi sportivi”.

Desideri: “Notificata la diffida per Impegno Civico a Di Maio e Tabacci”

ROMA – “Ieri i nostri avvocati hanno notificato, presso gli uffici ministeriali, dopo la presentazione del simbolo di Impegno Civico, a Di Maio e Tabacci, formale diffida a presentare le liste di Impegno Civico, comunicando inoltre agli stessi che in caso di presentazione delle liste sarà immediatamente presentato ricorso nei termini di legge. Speriamo sinceramente…

Afghanistan, Kamal Fakhruddin: “Quanti errori, ora è il baratro”

ROMA – È stata una storia segnata da “tanti errori e da scelte amare”, sia da parte della Nato che del Governo afghano, quella che è culminata con l’ingresso a Kabul e la presa del potere da parte dei talebani il 15 agosto 2021. Adesso, con i miliziani alla guida del Paese, l’orizzonte sembra essere…

L’Afghanistan a un anno dalla presa dei talebani. Il racconto di Fondazione Pangea Onlus

ROMA – “Del 15 agosto di un anno fa ricordiamo tutto: l’ansia, la paura, le decisioni difficili e fondamentali da prendere, in poco tempo. La priorità di Pangea è stata proteggere le attiviste e le beneficiarie di vent’anni di lavoro in Afghanistan. Abbiamo bruciato i documenti, bloccato l’ufficio di Kabul ed evacuato il personale. Poi…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: