Zanfardino aderisce a Fratelli d’Italia

Schiano di Visconti : “Il progetto politico cresce”

Benito Zanfardino, 46 anni, consigliere comunale in carica dal 2021, eletto con quasi mille preferenze alle scorse elezioni amministrative di Afragola, aderisce a Fratelli d’Italia.

Farà parte del gruppo consiliare del gruppo del partito di Giorgia Meloni che conta già tre rappresentanti nel civico consesso.

 “Continua a crescere la nostra famiglia politica: l’ingresso di Zanfardino impreziosisce il progetto di Fratelli d’Italia e testimonia la crescita di un partito che vuole coinvolgere chi conosce e ama il territorio e lo vuole migliorare in tutti i suoi aspetti.

Sono sicuro che i nostri rappresentanti faranno un ottimo lavoro in consiglio comunale al servizio della città e soprattutto dei cittadini” afferma Michele Schiano di Visconti, capogruppo regionale e commissario di Fratelli d’Italia in provincia di Napoli nel corso dell’incontro avvenuto nell’aula consiliare di Afragola.

“Ho scelto con entusiasmo di sposare le idee di Fratelli d’Italia, partito con idee chiare e coerenti che incarna i valori del centrodestra e sono sicuro che possiamo lavorare al meglio per il nostro territorio” ha detto Zanfardino.

E Sgarbi parla via Facebook: “Il silenzio elettorale? Una grande stronzata”

BOLOGNA – “Il silenzio elettorale è una grande stronzata”. Parola di Vittorio Sgarbi, parlamentare uscente e candidato del centrodestra nell’uninominale di Bologna per il Senato, che alla vigilia del voto per le politiche interviene via Facebook e pubblica o rilancia sulla propria pagina i video-messaggi realizzati in suo sostegno da diversi volti noti. LEGGI ANCHE:

In India tempesta perfetta su scuola e case famiglia ‘made in Bologna’

BOLOGNA – Travolti dal “disastro perfetto”. La pandemia prima, la guerra poi e ora inflazione e stangata sulle bollette si sono abbattute su scuole e case famiglia attive in India ma ‘Made in Bologna’. È dal 1996 che un’organizzazione di Bologna, Namaste, opera in due Stati del sud del paese asiatico, Kerala e Tamil Nadu

La rabbia degli iraniani in piazza a Bologna: “Non lasceremo morire i nostri fratelli”

BOLOGNA – Cantano a squarciagola “azadi azadi azadi”, cioè “libertà” in persiano. Urlano “donna vita libertà”, “abbasso il dittatore” e “freedom for Iran”. Sono le iraniane e gli iraniani che oggi hanno manifestato a Bologna contro la morte di Mahsa Amini (la 22enne deceduta dopo essere stata arrestata a Teheran perché non indossava correttamente il
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: