Ucraina, bombardato un centro commerciale a Kremenchuk. Zelensky: “Dentro oltre mille persone”

ucraina,-bombardato-un-centro-commerciale-a-kremenchuk.-zelensky:-“dentro-oltre-mille-persone”

ROMA – Un missile ha colpito oggi un centro commerciale affollato di persone nella città di Kremenchuk, nella regione di Poltava, nell’Ucraina centro-orientale: lo hanno riferito fonti concordanti citate dalla stampa locale e lo ha confermato con un messaggio e un video postato sui social network il presidente Volodymyr Zelensky. Ci sono vittime.

Dell’episodio, tra gli altri quotidiani, ha scritto sulla sua edizione online la testata Ukrainskaya Pravda. Secondo il sindaco di Kremenchuk, Vitalij Maletskij, la struttura è stata colpita dalle forze russe nonostante non avesse alcun collegamento con “attività di guerra” in corso nell’est del Paese. Zelensky ha riferito che al momento dell’esplosione nell’area del centro commerciale si trovavano oltre mille persone. Kremenchuk è situata lungo il corso del fiume Dnepr.
]]

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it>

L’articolo Ucraina, bombardato un centro commerciale a Kremenchuk. Zelensky: “Dentro oltre mille persone” proviene da Ragionieri e previdenza.

Desideri: “Notificata la diffida per Impegno Civico a Di Maio e Tabacci”

ROMA – “Ieri i nostri avvocati hanno notificato, presso gli uffici ministeriali, dopo la presentazione del simbolo di Impegno Civico, a Di Maio e Tabacci, formale diffida a presentare le liste di Impegno Civico, comunicando inoltre agli stessi che in caso di presentazione delle liste sarà immediatamente presentato ricorso nei termini di legge. Speriamo sinceramente…

Afghanistan, Kamal Fakhruddin: “Quanti errori, ora è il baratro”

ROMA – È stata una storia segnata da “tanti errori e da scelte amare”, sia da parte della Nato che del Governo afghano, quella che è culminata con l’ingresso a Kabul e la presa del potere da parte dei talebani il 15 agosto 2021. Adesso, con i miliziani alla guida del Paese, l’orizzonte sembra essere…

L’Afghanistan a un anno dalla presa dei talebani. Il racconto di Fondazione Pangea Onlus

ROMA – “Del 15 agosto di un anno fa ricordiamo tutto: l’ansia, la paura, le decisioni difficili e fondamentali da prendere, in poco tempo. La priorità di Pangea è stata proteggere le attiviste e le beneficiarie di vent’anni di lavoro in Afghanistan. Abbiamo bruciato i documenti, bloccato l’ufficio di Kabul ed evacuato il personale. Poi…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: