Tg Ambiente, edizione del 19 ottobre 2021

tg-ambiente,-edizione-del-19-ottobre-2021

– IEA: CLIMA, TROPPO LENTI, COSÌ +2.6 GRADI IN 2100
Mentre la COP26 di Glasgow si avvicina “il progresso dell’energia pulita è ancora troppo lento per portare le emissioni globali a un calo sostenuto verso lo zero netto”. Se si rimarrà alle misure energetiche e climatiche che i governi hanno messo in atto fino a oggi e su quelle in corso di sviluppo “le temperature medie globali risulteranno ancora in aumento quando nel 2100 raggiungeranno i +2,6 gradi rispetto ai livelli preindustriali”. Se invece si sta agli impegni per emissioni nette zero annunciati finora dai governi, e se saranno attuati in tempo e per intero, “l’aumento della temperatura media globale nel 2100 è contenuto a circa +2,1 gradi”. Sono livelli nettamente superiori a quanto deciso alla COP21 di Parigi, che puntava a rimanere “ben al di sotto” di +2 gradi puntando possibilmente a stare entro +1,5 gradi. E’ il monito del World Energy Outlook 2021, il rapporto annuale dell’Agenzia internazionale dell’energia. Per arrivare a emissioni nette zero a livello globale entro metà del secolo e rimanere entro +1,5 gradi serve un “cambiamento radicale”, con lo stop a investimenti in nuovi progetti fossili, nessun investimento in nuove centrali a carbone, l’eliminazione di quelle più inquinanti entro il 2030 e la riconversione delle altre entro il 2040, stop alle nuove auto con motore a combustione interna, incrementi annuali di fotovoltaico fino a una produzione aggiuntiva di 630 GigaWatt e di eolico fino a 390 GW.
– NASCE ITA AIRWAYS, FLOTTA A MENO CO2 E PIÙ S.A.F.
Alitalia addio, arriva ITA Airways: gli aerei non saranno più bianchi ma azzurri, un richiamo ai successi dello sport, e il vecchio logo finisce in soffitta. ITA Airways avrà “una flotta moderna ed environment-friendly”, tutta Airbus, “che includerà tecnologie all’avanguardia e ridurrà nell’arco del piano 2021-2025 le emissioni di CO2 di 750 mila tonnellate”. Già all’avvio delle operazioni, grazie ad un progetto pilota con Eni e Aeroporti di Roma, i primi 10 voli imbarcano SAF – sustainable aviation fuel – carburante sostenibile alternativo prodotto da Eni, anticipando le proposte del pacchetto climatico UE ‘Fit for 55’ e “contribuendo così in modo significativo alla decarbonizzazione del trasporto aereo”. L’aeroporto ADR di Roma Fiumicino è il primo scalo italiano a rendere disponibile il SAF. Eni ha avviato la produzione di carburanti alternativi per l’aviazione nella raffineria di Taranto, usando lo 0,5% di oli vegetali usati e di frittura, anticipando la quota del 2% di componente bio proposta nel pacchetto UE ‘Fit For 55′.
– CLIMA, WWF: SIAMO ALLA FRUTTA, A RISCHIO AGRICOLTURA
L’SOS clima arriva sulle tavole: gli effetti dell’emergenza climatica si ripercuotono sul mercato dell’ortofrutta italiano, con danni enormi per la produzione nel 2021 e cali fino al 95% per il miele e dell’80% per l’olio in alcune regioni del centro-nord. Il WWF lancia l’allarme con il report ‘2021 effetto clima: l’anno nero dell’agricoltura italiana’. La frutta vede un calo medio del 27%, con picchi del -69% per le pere: quasi un frutto su quattro è andato perduto a causa degli effetti di eventi estremi e imprevedibili come gelate, siccità e grandinate. Il riso fa segnare -10%, il vino in alcune regioni ha subìto cali fino al 50%. Anche le filiere di trasformazione sono state messe in crisi: il caldo torrido di questa estate ha accelerato la maturazione del pomodoro, superando la capacità logistica per raccoglierlo, trasportarlo e lavorarlo, e così il 20% del raccolto è andato perduto. Complessivamente, “gli eventi climatici estremi sono costati al comparto agricolo circa 14 miliardi di euro negli ultimi 10 anni” e “con circa 1.500 eventi estremi il 2021 fa registrare in Italia un aumento del 65% di nubifragi, alluvioni, trombe d’aria, grandinate e ondate di calore rispetto agli anni precedenti”.
– DA MAGALDI GREEN ENERGY STORAGE A SABBIA ROVENTE
Un innovativo sistema di accumulo di energia termica all’avanguardia che impiega un letto di sabbia fluidizzato – la tecnologia ‘Energy from the sand’ – ad alta diffusività termica e temperature operative fino a mille gradi, per offrire servizi di flessibilità alla rete elettrica e produzione di calore verde al settore industriale. E’ il Magaldi Green Thermal Energy Storage, brevettato da Magaldi Green Energy, start up innovativa di Magaldi Power. Il sistema acquisisce energia elettrica e termica prodotta in eccesso, la conserva per giorni e settimane con perdite molto limitate e la rilascia in un periodo che va tra le 4 e le 10 ore, quando il sole ed il vento non sono disponibili, aumentando la flessibilità della rete elettrica e contribuendo alla decarbonizzazione del sistema energetico. Attualmente è in fase di costruzione avanzata il primo modulo industriale del sistema di Thermal Energy Storage.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Tg Ambiente, edizione del 19 ottobre 2021 proviene da Ragionieri e previdenza.

Schiano di Visconti: “No ad assunzioni di parenti dei consiglieri in tutti gli uffici regionali”

“Vittoria del centrodestra e soprattutto di Fratelli d’Italia in Consiglio Regionale con l’adozione da parte dell’ufficio di presidenza del nuovo provvedimento normativo che estende...

Myanmar, Aung San Suu Kyi condannata a 4 anni al primo processo

ROMA – Un tribunale del Myanmar ha condannato oggi a quattro anni di reclusione Aung San Suu Kyi, la premio Nobel per la pace, alla guida dalla fine degli anni Ottanta del movimento che si oppone all’autoritarismo dei militari. A darne notizia è stato il portavoce della giunta che l’1 febbraio scorso ha rovesciato le…

Il Panificio Fratelli Rossetti e gli struffoli… una questione greca!

Durante il periodo natalizio, le domande sulle origini dei fantastici dolci che la tradizione italiana propone come vere e proprie tentazioni per il palato...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: