Elezioni, De Lise (Ungdcec): “Ecco le richieste dei giovani commercialisti alle formazioni politiche”

“Semplificazione fiscale; revisione del calendario di tutte le scadenze, con l’abolizione degli adempimenti ridondanti; digitalizzazione e innovazione della pubblica amministrazione, realizzando un miglioramento dei rapporti con i principali intermediari; costituzione dei tavoli di concertazione per i fondi PNRR e restituire centralità alla figura del dottore commercialista.

È ciò che chiediamo alle formazioni politiche impegnate nella prossima campagna elettorale e al governo che verrà, con l’auspicio che possa distinguersi per la competenza dei ministri e dei sottosegretari”.

Lo afferma Matteo De Lise, presidente dell’Unione nazionale giovani dottori commercialisti ed esperti contabili.

“Come giovani professionisti, il nostro sguardo è rivolto quasi esclusivamente al futuro. Per questo, la richiesta alle formazioni politiche è quella di impegnarsi su programmi di sviluppo in modo serio, a partire dal completamento del PNRR”, evidenzia De Lise.

“Troppi i progetti annuncianti in questi anni che non sono stati realizzati. Tante le riforme promesse e mai portate avanti.

Oggi ci troviamo in un ‘pantano’ che ha quasi distrutto la capacità del nostro Paese di essere attrattivo per investimenti stranieri.

Ecco perché crediamo che, tra le priorità, ci sia quella di rendere competitive le aziende italiane, facendo in modo che investire in Italia sia la scelta giusta”.

Sulla condizione dei professionisti, De Lise sottolinea che “c’è molto da fare. L’obiettivo è che ci vengano riconosciute le competenze e diritti. Famiglia, salute, sostenibilità: serve un rilancio delle politiche giovanili e non un semplice mantenimento dello status quo”.

Poeti, artisti e letterati a Caserta per la cerimonia di premiazione della rassegna multimediale

“ ”, sussurra Gandalf, mentre i fuochi delle Torri-faro sulle Montagne Bianche vengono avvistati da Aragorn,  che convince il re di Rohan a...

E Sgarbi parla via Facebook: “Il silenzio elettorale? Una grande stronzata”

BOLOGNA – “Il silenzio elettorale è una grande stronzata”. Parola di Vittorio Sgarbi, parlamentare uscente e candidato del centrodestra nell’uninominale di Bologna per il Senato, che alla vigilia del voto per le politiche interviene via Facebook e pubblica o rilancia sulla propria pagina i video-messaggi realizzati in suo sostegno da diversi volti noti. LEGGI ANCHE:

In India tempesta perfetta su scuola e case famiglia ‘made in Bologna’

BOLOGNA – Travolti dal “disastro perfetto”. La pandemia prima, la guerra poi e ora inflazione e stangata sulle bollette si sono abbattute su scuole e case famiglia attive in India ma ‘Made in Bologna’. È dal 1996 che un’organizzazione di Bologna, Namaste, opera in due Stati del sud del paese asiatico, Kerala e Tamil Nadu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: