Elezioni Cndcec: de Nuccio, dare voce alla base e ai problemi dei commercialisti

Presentata la lista “Dialogo, ascolto e concretezza”

“Presentiamo alla professione un progetto che ha radici lontane e l’ambizione di liberare le energie nel presente. Vogliamo dare voce alla base e ai problemi della categoria, oltre che affermare il ruolo e la funzione del commercialista in un momento storico di grande delicatezza”.

Lo ha detto Elbano de Nuccio (nella foto), candidato alla presidenza del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, in occasione della presentazione della lista “Dialogo, ascolto e concretezza”.

“La nostra è una lista strutturata a favore dei colleghi affinché il Consiglio Nazionale sia composto da figure rilevanti che negli ultimi anni hanno governato territorialmente la categoria, che siano a conoscenza delle problematiche relative alla professione, soprattutto in seguito al periodo pandemico, e di conseguenza abbiano quella consapevolezza necessaria per trovare soluzioni concrete ai problemi degli iscritti”, ha sottolineato de Nuccio.

“Si tratta di un progetto che nasce con lo spirito di superare un’impasse che era stata registrata in passato: mancato ascolto da parte della politica. Per questo motivo abbiamo ritenuto strategico coinvolgere figure che hanno avuto esperienze politico-amministrative a livello apicale come i colleghi Gian Luca Galletti (ex ministro all’Ambiente) e Cristina Bertinelli (assessore alle Finanze e al Bilancio del Comune di Perugia)”.

“Allo stesso tempo, di concerto con il gruppo di lavoro, abbiamo deciso di non candidare ex consiglieri nazionali all’interno della lista: questo non vuole rappresentare un giudizio rispetto al lavoro svolto dal Cndcec uscente, ma la precisa volontà di dare vita ad un nuovo progetto capace di coinvolgere i rappresentanti della base, con la presenza di past president o presidenti rieletti all’interno degli ordini grandi, medi e piccoli d’Italia, ha concluso de Nuccio.

Compongono la lista guidata da Elbano de Nuccio, i candidati a consiglieri: Gian Luca Ancarani, Marina Andreatta, Cristina Bertinelli, Aldo Campo, Rosa D’Angiolella, Michele De Tavonatti, Fabrizio Escheri, Gian Luca Galletti, Giovanna Greco, Cristina Marrone, Maurizio Masini, Pasquale Mazza, David Moro Eliana Quintili, Salvatore Regalbuto, Antonio Repaci, Pierpaolo Sanna, Liliana Smargiassi, Giuseppe Venneri, Viggiano Gabriella.

Candidati consiglieri supplenti: Maria Lucetta Rossotto, Marianna Pacifico, Luigi Capuozzo, Marzia Rocchia, Rita Cecchinato.

E Sgarbi parla via Facebook: “Il silenzio elettorale? Una grande stronzata”

BOLOGNA – “Il silenzio elettorale è una grande stronzata”. Parola di Vittorio Sgarbi, parlamentare uscente e candidato del centrodestra nell’uninominale di Bologna per il Senato, che alla vigilia del voto per le politiche interviene via Facebook e pubblica o rilancia sulla propria pagina i video-messaggi realizzati in suo sostegno da diversi volti noti. LEGGI ANCHE:

In India tempesta perfetta su scuola e case famiglia ‘made in Bologna’

BOLOGNA – Travolti dal “disastro perfetto”. La pandemia prima, la guerra poi e ora inflazione e stangata sulle bollette si sono abbattute su scuole e case famiglia attive in India ma ‘Made in Bologna’. È dal 1996 che un’organizzazione di Bologna, Namaste, opera in due Stati del sud del paese asiatico, Kerala e Tamil Nadu

La rabbia degli iraniani in piazza a Bologna: “Non lasceremo morire i nostri fratelli”

BOLOGNA – Cantano a squarciagola “azadi azadi azadi”, cioè “libertà” in persiano. Urlano “donna vita libertà”, “abbasso il dittatore” e “freedom for Iran”. Sono le iraniane e gli iraniani che oggi hanno manifestato a Bologna contro la morte di Mahsa Amini (la 22enne deceduta dopo essere stata arrestata a Teheran perché non indossava correttamente il
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: