Accordo Serbia-Kosovo su targhe auto, Borrell: ora normalizzazione

Ma Belgrado sottolinea che riconoscimento Pristina non è a ordine del giorno

Roma, 24 nov. (askanews) – “Abbiamo un accordo! Siamo molto lieti di annunciare che i capi negoziatori di Kosovo e Serbia sotto la mediazione dell’UE hanno concordato misure per evitare un’ulteriore escalation e per concentrarsi completamente sulla proposta di normalizzazione delle loro relazioni”, ha scritto il numero uno della politica estera europea Josep Borrell su Twitter a proposito dell’esito dell’incontro a Bruxelles in cui il Kosovo e la Serbia hanno concordato misure per disinnescare la querelle sulle targhe automobilistiche serbe, che aveva rischiato di scatenare nuove violenze.

“La Serbia non emetterà targhe con le denominazioni delle città del Kosovo e il Kosovo cesserà ulteriori azioni relative alla reimmatricolazione dei veicoli. Inviterò le parti nei prossimi giorni a discutere i prossimi passi”, ha affermato ancora Borrell aprendo la strada a negoziati che possano far fare passi avanti sul cammino europeo a Belgrado e Pristina.

A seguito dell’accordo, il capo dell’ufficio serbo per il Kosovo e Metohija, Petar Petkovic, ha dichiarato che la normalizzazione finale dei rapporti tra Belgrado e Pristina seguita dal riconoscimento del Kosovo da parte della Serbia non era all’ordine del giorno dei negoziati sotto gli auspici di l’Unione Europea.

Il premier kosovaro Albin Kurti “ha insistito e ha detto di essere interessato solo alla piena normalizzazione delle relazioni (con la Serbia), che implicherebbero il riconoscimento (del Kosovo) come base di un accordo. Questo è il suo desiderio; non lo è nel dialogo, non è all’ordine del giorno”, ha detto Petkovic in un’apparizione televisiva all’emittente radiotv serba.

Peggy Guggenheim e CNR per la conservazione preventiva dell’arte

Da Venezia una collaborazione tra il museo e i ricercatori Milano, 2 feb. (askanews) - Monitoraggio delle condizioni ambientali, analisi della qualità dell'aria e studio del flusso di visitatori sono le principali azioni che caratterizzano lo studio condotto dal Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) grazie all'Istituto di scienze del patrimonio culturale (Ispc) e l'Istituto per

Ikea Italia, aperture e nuovi format: Milano punta allo store dell’usato

Allo studio l'arrivo anche in Calabria. Siamo quinto Paese per fatturato Milano, 2 feb. (askanews) - Ikea Italia sta lavorando a una crescita della sua presenza nostro Paese che non è solo geografica, con le nuove aperture già pianificate, ma legata anche allo sviluppo di nuovi format, alcuni dei quali già in fase di test

Innovazione, Enea aderisce alla Advanced Materials 2030 Initiative

Iniziativa europea su tecnologie per sviluppo materiali avanzati Roma, 2 feb. (askanews) - ENEA, tramite il Dipartimento di Sostenibilità dei sistemi produttivi e territoriali, ha aderito ad un'iniziativa-quadro a livello europeo sulle tecnologie per lo sviluppo dei materiali avanzati. Si tratta dell'"Advanced Materials 2030 Initiative" che mira ad un approccio sistemico dell'Europa verso materiali avanzati
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: