Turrà (Apl Network) “Aerospazio, automotive, ICT, il futuro occupazionale dei giovani”

Fascione (Regione Campania): “Da settori ad alta tecnologia il 47% del nostro export”

Presentato al WDM il progetto ‘Sistemis’ (Sviluppo e Innovazione nei Settori Trainanti dell’Economia Meridionale dell’Industria e dei Servizi)

“Il progetto Sistemis nasce con lo scopo di favorire l’innovazione tecnologica, di supportare le imprese innovative e le start up avvicinando tanti giovani al mondo dell’impresa attraverso la specializzazione in settori strategici come l’aerospazio, la meccanica, l’automotive e l’ICT.

Lanciamo proprio dalla Campania la sfida per le aziende del futuro e per l’autoimpiego in settori nei quali la nostra regione ha dimostrato di essere leader nella formazione e nella strutturazione di nuove idee in grado di rilanciare l’immagine del nostro Paese a livello internazionale”.

Queste le parole di Maurizio Turrà, capofila del progetto Sistemis (Sviluppo e Innovazione nei Settori Trainanti dell’Economia Meridionale dell’Industria e dei Servizi) che vede tra i Partner il Polo di Eccellenza della Campania, Confindustria Caserta e l’Agenzia per il lavoro APL Network, nel corso del convegno “L’innovazione di prodotti e processi nel settore aeronautico ed automotive e le tecniche abilitanti dell’industria 4.0” che ha avuto luogo, nell’ambito del World Metrology Day, al Museo nazionale ferroviario di Pietrarsa.

“Innamorarsi delle proprie idee – ha proseguito Turrà – ci porta ad enfatizzare solo una parte degli scenari futuri e sottovalutare il vero rischio di impresa. E’ sempre necessario bilanciare la innovazione, la rapidità e la intraprendenza con una attenta pianificazione di sviluppo con una visione. Organizzativa, finanziaria e strategica di medio periodo. Questo è l’apporto che intendiamo offrire con Sistemis a tutti coloro che hanno voglia di essere protagonisti della ripartenza economica all’insegna dell’innovazione e delle nuove tecnologie”.

Maurizio Turrà

L’impegno della Regione Campania nel sostenere i settori dell’aerospazio e dell’automotive è stato sottolineato dall’assessore alla Ricerca, Innovazione e Start up, Valeria Fascione: “La Campania non esporta solo bellezze e prodotti tipici.

E’ bene ricordare che esportiamo eccellenze provenienti dalla farmacologia, aerospazio, automotive, e componentistica ad alta tecnologia. Dalle start up e dal territorio vengono spesso le idee migliori per nuovi prodotti e nuovi servizi che immessi nei circuiti produttivi delle grandi aziende e delle medie imprese accelerano i processi competitivi.

Per questo come Regione abbiamo investito risorse importanti in questi settori con programmi ad hoc come Borgo 4.0 e oggi presentiamo il progetto Sistemis promosso da Apl Network per la creazione di percorsi per l’accelerazione d’impresa e la creazione di start up nelle filiere industriali.

I settori ad alta tecnologia rappresentano il 47 per cento del nostro export e continueremo a investire nel futuro dei nostri giovani”.

Al forum hanno partecipato anche Luigi Carrino (Presidente DAC), Claudio Zottola (Telespazio) e Mariangela Lombardi (Politecnico di Torino).

 

Valeria Fascione

Desideri: “Notificata la diffida per Impegno Civico a Di Maio e Tabacci”

ROMA – “Ieri i nostri avvocati hanno notificato, presso gli uffici ministeriali, dopo la presentazione del simbolo di Impegno Civico, a Di Maio e Tabacci, formale diffida a presentare le liste di Impegno Civico, comunicando inoltre agli stessi che in caso di presentazione delle liste sarà immediatamente presentato ricorso nei termini di legge. Speriamo sinceramente…

Afghanistan, Kamal Fakhruddin: “Quanti errori, ora è il baratro”

ROMA – È stata una storia segnata da “tanti errori e da scelte amare”, sia da parte della Nato che del Governo afghano, quella che è culminata con l’ingresso a Kabul e la presa del potere da parte dei talebani il 15 agosto 2021. Adesso, con i miliziani alla guida del Paese, l’orizzonte sembra essere…

L’Afghanistan a un anno dalla presa dei talebani. Il racconto di Fondazione Pangea Onlus

ROMA – “Del 15 agosto di un anno fa ricordiamo tutto: l’ansia, la paura, le decisioni difficili e fondamentali da prendere, in poco tempo. La priorità di Pangea è stata proteggere le attiviste e le beneficiarie di vent’anni di lavoro in Afghanistan. Abbiamo bruciato i documenti, bloccato l’ufficio di Kabul ed evacuato il personale. Poi…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: