Turismo, Santanchè: non è a livelli pre Covid, ma svolta nel 2023

Mancano ancora una quarantina di milioni di visitatori

Napoli, 24 gen. (askanews) – “Il turismo in Italia si sta riprendendo, ma i dati ci dicono che non siamo ancora ai flussi pre pandemici perché siamo ancora sotto di meno 10%. Quest’anno abbiamo avuto circa 338 milioni tra turisti italiani e stranieri, mancano ancora una quarantina di milioni che erano i dati pre Covid. Bisogna quindi ancora sostenere il turismo. Il Governo non può fare miracoli, ma può mettere nelle migliori condizioni perché si investa”. Queste le parole del ministro del Turismo Daniela Santanchè, a Sorrento (Napoli) intervenendo agli Stati generali del Turismo.

“Le previsioni per il 2023 sono positive – ha proseguito – sarà l’anno della svolta nel quale recupereremo quel gap che ci manca. Tutte le strutture stanno lavorando bene, però, il lavoro da fare è tanto, perché ad esempio c’è la formazione che in questo settore è deficitaria. Bisogna investire in formazione, in infrastrutture, bisogna investire in destagionalizzazione”. “Stiamo lavorando molto bene a livello ministeriale. Questo presidente del Consiglio è quello che, a differenza degli altri, ha sempre creduto nel turismo. Questa è una sfida assolutamente importante”, ha concluso il ministro.

VIDEO | Al Lago di Ledro dopo due anni torna il Tuffo della Merla, è un successo

BOLOGNA – "Ci sono solo 5 gradi, niente di che". Questa frase riassume bene lo spirito ‘pazzo’ e temerario alla base del tradizionale "tuffo della merla" nelle acque (solitamente ghiacciate) del lago di Ledro negli ultimi giorni di gennaio. L’iniziativa, che in Trentino Alto Adige ha una storia ormai consolidata, è andata in scena nuovamente

Il Papa in partenza per il Congo, l’appello: “C’è un buco nero dell’informazione, il mondo apra gli occhi”

ROMA – Rompere il silenzio sui conflitti armati in Congo, un Paese vittima della propria stessa ricchezza, coltan, cobalto e "terre rare", sulle quali vogliono mettere le mani governi e multinazionali dell’industria elettronica: è l’appello che arriva da Roma, a pochi giorni dalla visita apostolica a Kinshasa di Papa Francesco. Le voci sono quelle di

Morto Ludovico Di Meo. Ex Rai, era direttore generale di San Marino Rtv

Condusse al Tg1 l'edizione straordinaria dell'11 settembre Roma, 29 gen. (askanews) - E' morto Ludovico Di Meo, giornalista con una lunga carriera in Rai, direttore generale di San Marino Rtv. Così il sito dell'emittente ha comunicato la notizia: "Una notizia che sconvolge la San Marino Rtv. Questa mattina, a Roma, è morto il direttore generale
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: