Teatro: in 15mila per Dignità autonome di prostituzione

Grande successo per lo spettacolo di Luciano Melchionna in scena fino al 13 luglio nel Castel Sant’Elmo

Napoli. Oltre 15.000 spettatori nelle 21 repliche fin qui effettuate, con punte massime negli ultimi giorni in cui si superano le mille presenze, sono i numeri che definiscono il successo di “Dignità Autonome di Prostituzione” lo spettacolo di Luciano Melchionna, di scena, nei suggestivi spazi di Castel Sant’Elmo a Napoli, ancora fino a domani, mercoledì 13 luglio.

Il nuovo allestimento è prodotto da Teatro Bellini – Fondazione Teatro di Napoli ed Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro  e realizzato insieme alla Direzione regionale Musei della Campania e  in collaborazione con Opera Cafe SRL – Scaturchio.

Una messa in scena coinvolgente e corale, ideata, scritta, diretta e in questo caso anche interpretata da Luciano Melchionna, ha dato vita ad un irresistibile gioco teatrale, dove il riuscito equilibrio tra divertimento e leggerezza e i molteplici spunti di riflessione su grandi temi di attualità (diritti negati, diversità, amore, giustizia, prostituzione, omosessualità, militarismo) ha letteralmente conquistato il pubblico napoletano.

“Questo successo – sottolinea il regista Luciano Melchionna – ci spinge a riflettere sulle reali necessità del pubblico che dimostra di cercare ed apprezzare, oltre ad un legittimo desiderio di svago, un coinvolgimento diretto ed attivo anche quando è chiamato a riflettere su argomenti molto delicati come quelli proposti nei vari monologhi messi in scena”.

Una significativa parte di questo risultato è da attribuire alla location di Castel Sant’Elmo che ha accolto il numeroso cast di questa edizione. Una compagine che ha unito 80 persone tra attori e musicisti, staff artistico e tecnico, personale di sala e di botteghino, ciascuno impegnato – tra recite, allestimento e prove – per 32 giorni, “nell’obiettivo di offrire anche una risposta concreta alla crisi innescata nel settore dalla pandemia”.

in primo piano Luciano Melchionna

“Sicuramente la 50 edizione dello spettacolo sarà messa in scena a Napoli nell’estate del 2023 – sottolineano i produttori – e ci auguriamo che questo possa nuovamente accadere a Sant’Elmo, confermando la partnership con la Direzione Regionale dei Musei della Campania, alla quale rivolgiamo il nostro ringraziamento per come ci ha accolto e sostenuto nell’impresa. Speriamo che la progettualità di far vivere un meraviglioso luogo di cultura attraverso lo spettacolo dal vivo possa da Dignità evolversi e crescere, affrontando tutto lo spettro di generi ed emozioni che l’arte sa offrire, diventando un punto di riferimento per la città di Napoli e non solo”.

“La straordinaria energia che ha attraversato Castel Sant’Elmo in queste eccezionali settimane in cui ci siamo aperti con convinzione alla sfida di “Dignità autonome di prostituzione” – conclude Marta Ragozzino, Direttrice Musei Campania – ci ha fatto comprendere ancora di più la funzione sociale che i luoghi della cultura rivestono. Soprattutto in una fase delicata come quella dell’uscita dalla pandemia e della fine dell’emergenza, della paura e della separazione. Ritrovarsi insieme per una festa collettiva come quella del teatro che riesce con forza e “scandalo” a ricucire le distanze è stato per noi impagabile. Castel Sant’Elmo ha delle potenzialità straordinarie che vanno fatte fiorire, siamo felici di poter portare avanti questa esperienza meravigliosa”.

Pnrr, Cuchel (commercialisti): “Pnrr sia occasione per riqualificare professioni in Italia”

De Bertoldi (FdI): “Flat tax incrementale e pace fiscale nella legge delega del governo di centrodestra” “Se l’Italia vuole sfruttare al massimo le risorse previste...

Venti anni di FiabaDay, il presidente Trieste: “Prioritario migliorare l’accessibilità ai disabili”

ROMA – Una giornata simbolo per parlare di azioni quotidiane e continue che possono fare la differenza per la creazione di un mondo senza barriere architettoniche. È questo il ‘FiabaDay’, la giornata organizzata da ‘Fiaba Onlus’ in corso – con la sua ventesima edizione – a Roma. Tra interventi e musica si accendono i riflettori

Ricci: “Renzi sogna la distruzione del Pd, ma ci rigenereremo dall’opposizione”

ROMA – “Sappiamo da tempo che Renzi sogna la distruzione del Pd, ma si sbaglia anche questa volta perché non glielo permetteremo”. Il coordinatore dei sindaci dem, Matteo Ricci, replica su Twitter alle dichiarazioni di Matteo Renzi sul futuro del Partito democratico. Il leader di Italia viva, ieri a Milano, ha escluso alleanze con il
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: