Schiano di Visconti: “Amministrative, Fdi le ha affrontate a viso aperto”

“Nell’assenza totale di Lega e Forza Italia, Fratelli d’Italia ha affrontato le elezioni
amministrative nei Comuni dell’area metropolitana di Napoli a viso aperto,
scendendo in campo con il proprio simbolo nei Comuni più rappresentativi, come
Acerra, Portici e Pozzuoli, e puntando su candidati in liste civiche in altri Comuni al di
sotto dei quindicimila abitanti: siamo soddisfatti perché abbiamo eletto più di dieci
nuovi consiglieri comunali già iscritti al nostro partito o che lo saranno da qui a poco”.

E’ quanto afferma il coordinatore dell’area metropolitana di Napoli di FdI, Michele
Schiano di Visconti.

“In questo modo il nostro partito cresce negli enti locali e va ad incrementare quella filiera
istituzionale, che è fondamentale sui territori, anche tenuto conto delle oggettive
difficoltà di una regione dominata dal sistema messo in campo dal presidente della
Regione – continua il capogruppo regionale del partito guidato da Giorgia
Meloni –,
e costruisce le sfide politiche del futuro che vedranno FdI sempre più
protagonista”.

VIDEO | FOTO | Un weekend in Franconia tra birrifici, storia e magia del Natale – tappa 1: Bayreuth

BOLOGNA – Se si pensa alla Franconia e a Norimberga vengono subito in mente la birra, i wurstel e, dal punto di vista storico, il processo ad alcuni esponenti del nazismo che tra il novembre 1945 e l’ottobre 1945 pose la città al centro dei riflettori nel mondo intero. Ma questa parte della Baviera conta anche…

Lo ius scholae è alla Camera, destra sul piede di guerra. Lega: “Pd mette in difficoltà il governo”

ROMA – Il testo dello ius scholae per la riforma della legge sulla cittadinanza è stato chiuso nella serata di ieri in Commissioni Affari Costituzionali e ora è pronto ad andare in aula alla Camera per essere discusso. Ma l’approdo del testo, salutato dal Pd e sinistra con ripetuti “finalmente” e l’esortazione ad approvarlo, fa…

Su estradizione di Assange ancora molto da fare, un incontro alla Dire

ROMA – Cosa si può fare ancora per Julian Assange, il giornalista e attivista australiano, fondatore della piattaforma Wikileaks, che potrebbe essere estradato da un momento all’altro dalla Gran Bretagna negli Stati Uniti, dove ad attenderlo c’è il rischio di scontare in carcere 175 anni per reati connessi allo spionaggio? Se lo chiede l’agenzia internazionale…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: