Rostan (Misto): “Semplificare è la parola d’ordine per utilizzare al meglio i fondi del Recovery”

 

“Subito i decreti per le task force locali”

“I fondi garantiti dal Recovery fund sono un’occasione imperdibile per far ripartire l’economia italiana compensando le enormi diseguaglianze tra Nord e Sud del Paese. A patto che il governo metta in campo una concreta e radicale semplificazione delle procedure senza la quale queste risorse rischiano di rimanere inutilizzate”.

Queste le parole di Michela Rostan (gruppo misto), vicepresidente della Commissione Affari sociali della Camera.

“Da questo punto di vista, quanto sta accadendo per il superbonus è molto più di un campanello d’allarme. Pochissime le pratiche presentate, ancor meno quelle approvate a causa di un eccesso di burocrazia che non aiuta affatto. Sburocratizzare deve essere la parola d’ordine un minuto dopo l’approvazione in Parlamento della proposta del premier Draghi”.

“Le regioni del Sud si devono far trovare pronte a raccogliere la sfida – prosegue Rostan – e per questo invito il governo ad adottare subito i decreti istitutivi delle task force locali, come previsto dallo stesso Pnrr, a supporto delle pubbliche amministrazioni. Anche su questo piano il Mezzogiorno sconta ritardi enormi in termini di aggiornamento, formazione e digitalizzazione della PA”.

“Risulta evidente che, con queste condizioni di partenza, sia indispensabile rafforzare da subito gli uffici di riferimento avviando collaborazioni con gli ordini professionali e potenziando i percorsi formativi del personale stesso”.

Recovery plan, Mirri (Asl Roma 1): “Non bastano macchinari, serve personale”

ROMA – All’interno del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, varato dal Governo Draghi, trova spazio l’ammodernamento digitale del parco tecnologico. Si tratta di un investimento notevole pari a 1,19 miliardi di euro. Un passo importante al fine di garantire il migliore trattamento di radioterapia oncologica possibile a tutti i cittadini, in maniera omogenea su…

Burundi, Ue pronta a revocare sanzioni: “Progressi su diritti”

ROMA – L’Unione Europea ha avviato l’iter per la revoca delle sanzioni economiche imposte cinque anni fa nei confronti del Burundi in virtù degli “sviluppi positivi instradati dal presidente in termini di buon governo, stato di diritto e diritti umani”. A renderlo noto è stato l’ambasciatore dell’Ue nel Paese, Claude Bochu, che ieri è stato…

Uganda, al Lacor Hospital la distribuzione dei kit anti Covid

LACOR (Uganda) – In un Paese di nuovo chiuso nella morsa del lockdown, la onlus Afron è tornata in missione per essere accanto alle donne e ai piccoli pazienti oncologici. Al Lacor Hospital, simbolo della lotta all’ebola che colpì duramente l’Uganda, dalle prime ore del giorno è in corso la distribuzione dei kit anti Covid…