Rome Business School inaugura il nuovo campus: innovatore, aperto al mondo, rispettoso della tradizione romana

rome-business-school-inaugura-il-nuovo-campus:-innovatore,-aperto-al-mondo,-rispettoso-della-tradizione-romana

ROMA – Rome Business School (membro di Planeta Formación y Universidades, un network internazionale creato nel 2003 da De Agostini e dal Gruppo Planeta) apre le porte del suo nuovo campus, più di 2500mq nel cuore di Roma, offrendo MBA, Master e Executive Education.

Situato nel quartiere di Prati, il nuovo campus è pronto ad accogliere oltre 2.500 studenti provenienti da tutto il mondo ogni anno. Rome Business School è infatti tra le business school più internazionali del Paese contando con un 60% di studenti stranieri (in contrasto con la media nazionale del 35%).

Il nuovo campus, di 2500mq, sviluppato su di un villino costruito per la Mostra Universale del 1911 e ristrutturato rispettando l’essenza e la storicità del palazzo, mette a disposizione degli studenti 12 aule, una biblioteca, spazi di incontro per gli imprenditori e una green zone dove poter usufruire al meglio delle opportunità offerte dalla Scuola. Lo studio e i lavori di restauro dell’edificio, cominciati a novembre 2020, volti a salvaguardare la bellezza estetica dell’edificio, e allo stesso tempo renderlo capace di ospitare più di 2500 studenti all’anno e dotarsi di tecnologie innovative, sono terminati a giugno 2021.

La Scuola attrae studenti provenienti dai cinque continenti grazie alla sua variegata offerta formativa. Attualmente, RBS forma 1500 studenti attraverso i Master ogni anno, la maggior parte di loro studia MBA, Marketing, HR, Project Management, Data Science, Fashion & Luxury e Management Culturale. Oggi RBS fa un salto di qualità dove non saranno solo gli studenti a beneficiarne, ma anche l’intera città di Roma e così anche l’Italia. 

Con l’apertura di questo nuovo campus, RBS, una realtà che è cresciuta 60% negli ultimi due anni nonostante la pandemia, mira a diventare un punto di riferimento a livello internazionale per qualità ed eccellenza di educazione, confermando il suo impegno a formare “better managers for a better world” e fonda la sua proposta sull’essere una vera Business School internazionale, con forte impatto positivo sulla carriera dei suoi studenti e collegata al mondo delle aziende in Italia.

Inoltre, RBS offre una faculty composta da 157 professori, di cui il 30% in possesso di dottorato di ricerca e la restante parte composta da esperti del settore, imprenditori, dirigenti di alto livello e manager del Corporate Advisory Board (CAB), formato 70 managers di aziende come Starbucks, Jaguar Land Rover, Sky Italia, Bulgari, Coca Cola. Quella con il CAB, una collaborazione che garantisce l’implementazione di una strategia per migliorare e innovare continuamente l’offerta della Scuola, ricalcando le reali esigenze del mercato del lavoro, rimanendo vicina al mondo aziendale dell’Italia e lasciando un impatto positivo nella carriera degli studenti. 

Il nuovo campus della Rome Business School vuole essere accogliente e aperto al mondo, presentandosi come un hub di manager e imprenditori dotato delle più avanzate tecnologie e spazi dedicati sia allo studio che alla convivialità, rivolto al futuro. Lo studente infatti è seguito anche grazie a programmi come RBS4Entrepreneurship, dove si supporta lo sviluppo di start-up innovative (nel 2021 sono stati 42 i progetti di start up presentati da studenti provenienti da 48 diverse nazioni di cui 6 sono stati scelti per essere sviluppati con l’accompagnamento dalla Scuola); alla possibilità di essere collegati con multinazionali e aziende autorevoli come, Eni, Enel, Bulgari, Coca-Cola, Fendi, Tim, American Express, Nike, BNL, Chanel, EY, Deloitte tra tante altre; oltre all’occasione di svolgere esperienze di studio internazionale (bootcamp/study tour) nella Silicon Valley, a Dublino, Barcellona e Parigi.

La cerimonia di inaugurazione è stata presieduta da Pietro Boroli, Presidente di De Agostini Editore, che ha sottolineato il grande lavoro svolto nell’ultimo anno nonostante la pandemia: “i lavori di restauro hanno donato alla città di Roma un nuovo campus, e l’innovazione e la tecnologia che caratterizzano le scuole e le università del Gruppo Planeta De Agostini hanno permesso a tutte le nostre realtà educative di crescere. Ci confermiamo ai vertici della formazione superiore europea, e con Rome Business School vogliamo essere dei driver di sviluppo, supporto e crescita dei manager di tutto il mondo”.

Grazie alle opportunità offerte e a una qualità di formazione eccezionale, la Rome Business School è l’unica business school in Italia ad essere accreditata da ASFOR per il suo Executive Master in Marketing and Sales, è membro di PRME e PMI, e l’EFMD ha riconosciuto il suo livello di formazione online con la certificazione EOCCS. RBS ambisce a far accreditare l’MBA da molteplici enti, ad ampliare l’offerta formativa con nuovi e innovativi percorsi di studio e ad espandere le collaborazioni e partnership con altre aziende, scuole, business school e università in tutto il mondo, specialmente in Europa, America Latina e Medio Oriente. 

Per Antonio Ragusa, Dean di RBS, “il connubio tra tradizione e innovazione di questo campus riflette bene le caratteristiche e lo spirito della Rome Business School; un’istituzione culturale che si pone come punta avanzata e innovativa dell’alta formazione manageriale in termini di contenuti e formati didattici attingendo al tempo stesso al patrimonio storico della cultura umanistica”. Ragusa conferma che si cerca di “formare talenti che si aprano al mondo, per lo sviluppo di Roma, dell’Italia, e così formare una comunità globale ispirata da valori etici, per un business sostenibile e che ponga al centro la persona”. 

Maria Ángeles Martos Molina, General Manager di RBS, ha spiegato cosa spinge la passione della Scuola “ci piace creare valore a Roma facendone non solo la capitale del mondo, dato che già lo è dal punto di vista culturale, ma puntando ad essere anche un hub di formazione manageriale rilevante a livello internazionale, che possa competere con città come Parigi, Londra, Barcellona, Milano per attrarre il miglior talento in grado di arricchire la nostra città di talento e impresa”.

La giornata si è conclusa con la scopertura della targa celebrativa e un tour attraverso le installazioni del campus raccontando la storia dell’edificio, le varie formule didattiche offerte, la diversity del personale, gli strumenti a disposizione degli studenti, i servizi alla carriera, gli employability partners e una visita alla terrazza panoramica: un investimento per Roma, la cultura e il progresso economico-sociale.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Rome Business School inaugura il nuovo campus: innovatore, aperto al mondo, rispettoso della tradizione romana proviene da Ragionieri e previdenza.

Schiano di Visconti: “No ad assunzioni di parenti dei consiglieri in tutti gli uffici regionali”

“Vittoria del centrodestra e soprattutto di Fratelli d’Italia in Consiglio Regionale con l’adozione da parte dell’ufficio di presidenza del nuovo provvedimento normativo che estende...

Covid, in Giappone gli esperti confermano: “Omicron più contagiosa ma sintomi più lievi”

FUKUOKA – Secondo l’Istituto nazionale del Giappone per le malattie infettive, “le persone infette dalla variante omicron del coronavirus mostrano la tendenza a manifestare sintomi lievi o assenti, sebbene l’infettività della variante sia più forte di quella della variante delta, che sta rapidamente rimpiazzando dovunque”. “Il rischio che le persone sviluppino sintomi gravi dopo essere…

Myanmar, Aung San Suu Kyi condannata a 4 anni al primo processo

ROMA – Un tribunale del Myanmar ha condannato oggi a quattro anni di reclusione Aung San Suu Kyi, la premio Nobel per la pace, alla guida dalla fine degli anni Ottanta del movimento che si oppone all’autoritarismo dei militari. A darne notizia è stato il portavoce della giunta che l’1 febbraio scorso ha rovesciato le…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: