Rimossa la carcassa dell’elicottero precipitato nel Foggiano

BARI – E’ partita la rimozione dei resti dell’elicottero AW109 di Alidaunia precipitato lo scorso 5 novembre in località Castel Pagano ad Apricena, nel Foggiano. Nell’incidente sono morte sette persone.

AL LAVORO I VIGILI DEL FUOCO

Al lavoro i vigili del fuoco che stanno eseguendo le operazioni. La carcassa del mezzo sarà sistemata in un hangar dell’aeroporto militare Amendola di Foggia dove continueranno gli accertamenti da parte dei consulenti nominati dalla procura e del team scelto dall’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo.

LE INDAGINI

Su quanto accaduto indagano i carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Foggia che stanno ricostruendo la dinamica e definendo le cause dell’impatto al suolo dell’elicottero partito dalle isole Tremiti. L’inchiesta, aperta per disastro aviatorio e omicidio colposo plurimo, è a carico di ignoti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo https://www.dire.it

Rebellin, il ciclismo piange il campione

Da Nibali a Cipollini il ricordo dei protagonisti del pedale Roma, 30 nov. (askanews) - La tragica morte di Davide Rebellin ha sconvolto il mondo del ciclismo. "Rimango tremendamente scioccato nell'apprendere questa triste notizia. Che la terra ti sia lieve, R.I.P. Davide", ha commentato sui social Vincenzo Nibali, a lungo suo compagno di nazionale. Poi

Mattarella rinsalda rapporti con Svizzera, siamo amici profondi. Stoppare cervelli in fuga

A Politecnico Zurigo incontra studenti e ricercatori italiani: dobbiamo offrirgli prospettive Zurigo, 30 nov. (askanews) - Oltre 110mila tra studenti e ricercatori italiani studiano e lavorano nel Politecnico di Zurigo, eccellenza della tecnologia nel cuore dell'Europa. E' qui che il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha scelto di concludere la sua visita di Stato in

Occhiuto: in Calabria con me tolleranza zero su reati ambientali

"Difesa del suolo e lotta all'abusivismo in cima all'agenda politica" Roma, 30 nov. (askanews) - "Da un anno a questa parte, nella mia Regione, da quando mi sono insediato c'è tolleranza zero sui reati ambientali, non solo quelli relativi all'abusivismo ma anche quelli relativi alla mala depurazione, quelli relativi agli incendi boschivi. Per la prima
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: