Portici: le proposte del Psi per far ripartire la città

291

I Socialisti chiedono alla Amministrazione Comunale Porticese di adottare al più presto una politica economica espansiva per immettere liquidità nel sistema, ridurre l’impatto della crisi e sostenere la ripartenza.

Vincenzo Magliuolo, segretario Psi Portici

Queste alcune delle proposte indirizzate dal Psi locale al Sindaco e alla Giunta: esenzione per l’annualità 2020, del pagamento dei tributi locali alle attività commerciali, artigiane, culturali e turistiche che si impegnano a mantenere o integrare la forza lavoro preesistente alla chiusura; modifica Regolamento concessione suolo pubblico esclusivamente per la stagione 2020:  aumentare gli spazi di suolo pubblico concessi agli esercizi commerciali che svolgono l’attività di ristorazione e simili, rendendo gratuita tale concessione,  aumentando lo spazio concedibile,tenuto conto delle norme di distanziamento anti contagio; porre in essere un coordinamento tra le Associazioni di Volontariato e istituzionali, con particolare riferimento alla Croce Rossa Italiana e alla Protezione Civile, predisporre una “Cabina di Regia” delle associazioni del terzo settore ed un unico centro di raccolta e distribuzione degli aiuti alimentari e non, anche attraverso l’utilizzo di una struttura pubblica come ad esempio un istituto scolastico, al fine di razionalizzare e coordinare gli interventi di aiuto alle fasce sociali più deboli del territorio”.