Pellegrino (IV) scrive a Di Maio: “Garantire il rimpatrio della piccola Sofia”

 

Il Consigliere regionale si rivolge al ministro degli Affari  Esteri perché una bimba italiana di 4 anni viene trattenuta illegalmente in Russia dall”ex moglie di Luigi Di Salvio

“All’attenzione dell’Onorevole Luigi Di Maio, ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, in qualità di padre e consigliere regionale in Campania, ho sentito il dovere di porre la delicata e triste vicenda di un nostro concittadino, il signor Luigi Di Salvio di Teggiano in provincia di Salerno, che sta vivendo da due anni una drammatica situazione di ingiustizia in Russia. Situazione molto grave se pensiamo che la “prima” vittima è una minore di soli quattro anni.

Sua figlia Sofia Di Salvio, cittadina italiana, si trova dal mese di settembre 2018 in Russia, dove la sua ex moglie e cittadina russa, l’ha portata e poi trattenuta senza il consenso del padre”. Queste le parole di Tommaso Pellegrino, capogruppo di Italia Viva in Consiglio Regionale.

“ Nonostante le Autorità russe e la Suprema Corte Russa abbiano dato ragione al signor Di Salvio – scrive Pellegrino nella nota indirizzata al ministro Di Maio – riconoscendo il reato di sottrazione di minore a carico della sua ex moglie, nonostante l’assistenza della Autorità italiane a Mosca, la polizia giudiziaria russa non è stata finora in grado di eseguire le disposizioni delle sentenze e, da ultimo, tale esecuzione è stata resa ancora più complicata a causa del blocco di attività, a seguito della pandemia globale.

In un anno e mezzo, da quando ha preso avvio la fase esecutiva in Russia, l’interessamento delle Autorità consolari italiane, si deve concludere, che è stato finora sostanzialmente inefficace. L’ordine dato dal giudice russo è chiaro e sono chiari altresì i dettami degli accordi bilaterali tra Italia e Russia in tema di cooperazione legale e giudiziaria”.

“ Pertanto – conclude Pellegrino – Le chiedo di seguire questo caso e di interessare gli organi competenti affinché si possa garantire la Giustizia e tutelare i diritti di un padre e di un cittadino italiano; Le chiedo altresì, se possibile, di intraprendere tutte le azioni necessarie nei confronti delle Alte Autorità russe presso le quali le Autorità diplomatiche italiane sono state accreditate, affinché le sentenze vengano eseguite e si possa procedere al rimpatrio della piccola Sofia”.

L’Ue avverte: “Chi ostacolerà le elezioni in Libia rischia sanzioni”

ROMA – In vista della seconda Conferenza internazionale sulla Libia che si terrà a Berlino domani, il Consiglio europeo ha avvertito che chiunque cercherà di ostacolare o far slittare le elezioni generali del 24 dicembre sarà soggetto a sanzioni. Il vertice – a cui parteciperanno solo i ministri degli Esteri dei Paesi coinvolti – è stato organizzato…

Berlusconi sogna il ‘Centro Destra Italiano’ con Lega e Fdi e annuncia: “Tornerò presto”

ROMA – Il Centro Destra Italiano, un partito unico con Lega e Fdi sul modello del Partito repubblicano americano. E’ il “sogno” di Silvio Berlusconi che oggi, in collegamento telefonico con Lamezia Terme, ha anche battezzato il nuovo partito che immagina per le elezioni politiche del 2023. Intervenuto alla presentazione della candidatura di Roberto Occhiuto…

Intervento record al Rizzoli di Bologna: corretta una schiena curva di 100 gradi

BOLOGNA – Nuovo intervento record al Rizzoli. Gli specialisti dell’istituto ortopedico di Bologna sono riusciti, per la prima volta, a curare una cifosi (cioè la curvatura in avanti della colonna vertebrale) di ben 100 gradi che costringeva la paziente, una donna di 54 anni, sulla sedia a rotelle. Per riportare dritta la schiena, i medici…