Ora il “cashback” umilia pure l’italiano

Il piano del governo per combattere l’evasione incentivando i pagamenti tracciabili con carta, l’ormai (tristemente) famoso “cashback” non piace nemmeno all’Accademia della Crusca. Questo sistema è nato proprio sotto una cattiva stella. Prima l’app in tilt, poi l’estensione della “promo” per le Feste fino al 6 gennaio e adesso la bocciatura della massima autorità per la lingua italiana. L’Accademia ha infatti messo nel mirino la parola “cashback” bocciando l’uso dell’inglese per la nuova iniziativa dell’esecutivo giallorosso con queste motivazioni: “Ancora una volta senza nessun motivo – spiega il presidente, il professore Marazzini all’AdnKronos – si è deciso di rinunciare alla lingua italiana e di usare un termine inglese per rivolgersi ai cittadini italiani,

 » Continua a leggere sul sito di riferimento

VIDEO | FOTO | Un weekend in Franconia tra birrifici, storia e magia del Natale – tappa 1: Bayreuth

BOLOGNA – Se si pensa alla Franconia e a Norimberga vengono subito in mente la birra, i wurstel e, dal punto di vista storico, il processo ad alcuni esponenti del nazismo che tra il novembre 1945 e l’ottobre 1945 pose la città al centro dei riflettori nel mondo intero. Ma questa parte della Baviera conta anche…

Lo ius scholae è alla Camera, destra sul piede di guerra. Lega: “Pd mette in difficoltà il governo”

ROMA – Il testo dello ius scholae per la riforma della legge sulla cittadinanza è stato chiuso nella serata di ieri in Commissioni Affari Costituzionali e ora è pronto ad andare in aula alla Camera per essere discusso. Ma l’approdo del testo, salutato dal Pd e sinistra con ripetuti “finalmente” e l’esortazione ad approvarlo, fa…

Su estradizione di Assange ancora molto da fare, un incontro alla Dire

ROMA – Cosa si può fare ancora per Julian Assange, il giornalista e attivista australiano, fondatore della piattaforma Wikileaks, che potrebbe essere estradato da un momento all’altro dalla Gran Bretagna negli Stati Uniti, dove ad attenderlo c’è il rischio di scontare in carcere 175 anni per reati connessi allo spionaggio? Se lo chiede l’agenzia internazionale…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: