Napoli festeggia venti anni di giornata mondiale della danza

Il 30 aprile e il primo maggio a Movimento Danza focus sulla Dance Composition e lezioni gratuite

Giornata Mondiale della Danza: a Napoli si festeggiano i 20 anni italiani. La manifestazione voluta dall’Unesco nel 1982 per celebrare la danza in tutto il mondo pensando a Jean-Georges Noverre, grande riformatore della danza del XVIII secolo, fu portata per la prima volta in Italia proprio nel 2002 da Movimento Danza di Gabriella Stazio.

Obiettivo principale dell’evento, festeggiato ormai in tutta Italia, sin dall’inizio è stato quello di promuovere, far conoscere e dare la possibilità ai più giovani di sperimentare le mille forme della danza, dello spettacolo e dell’arte.

Ogni anno Gabriella Stazio (nella foto)lo ha fatto organizzando lezioni gratuite, ma anche promuovendo la cultura della danza con interviste pubbliche a grandi star, presentazioni di libri, mostre, live arte. Eventi indimenticabili di grande festa e aggregazione.

Le ultime due edizioni, quella del 2020 e del 2021, causa pandemia, si sono svolte in modalità virtuale. Nel 2020, in pieno lockdown, Movimento Danza ha realizzato 5 video in cui artisti, danzatori e amanti della danza da tutto il mondo hanno recitato nella propria lingua o dialetto lo slogan “La danza libera l’anima.

Danza per un mondo migliore”. Nel 2021, invece, si è festeggiato con il concorso “La danza a parole tue” grazie al quale ragazze e ragazzi da tutta Italia hanno raccontato la propria visione della danza sulla base di una selezione di video online.

Quest’anno si torna in presenza e per il ventennale Movimento Danza, consapevole che la mission di far conoscere e diffondere l’International Dance Day in Italia può dirsi ormai compiuta, lancia una nuova sfida organizzando per la Giornata Mondiale della Danza un focus sulla dance composition.

Sabato 30 aprile e domenica 1 maggio, così, si terranno oltre le tradizionali lezioni gratuite, una serie di laboratori sulla composizione coreografica.

Quello della dance composition e della sua pratica è un tema molto caro a Movimento Danza, da sempre impegnata a proporre diversi percorsi di formazione e scouting nell’ambito della coreografia. Con la Giornata Mondiale della Danza 2022, questi percorsi diventeranno ancora più approfonditi e specifici.

Gabriella Stazio ha invitato altri coreografi a tenere laboratori in cui presentare i propri metodi ed i propri lavori: Giselda Ranieri terrà un laboratorio dal titolo “Istantanee del comporre”, “Sullo svanire” è il titolo scelto da Luna Cenere, “Pratiche per mondo nuovo” quello di Davide Valrosso. “Destrutturare la composizione” è, infine, il titolo del laboratori di Gabriella Stazio.

I laboratori sono rivolti a studenti di danzadanzatori professionisti e persone che non danzano ma sono interessate a lavorare sul proprio corpo e sulla propria creatività. Il gruppo dei partecipanti sarà formato tramite una selezione.

Per partecipare alla quale bisogna essere maggiorenni e inviare un curriculum di 30 righe, una foto e un link ad un video di 1 minuto in cui esprimersi liberamente con il movimento. Non resta che iscriversi.

Progetto realizzato nell’ambito di “New Dance Box – scouting, promotion and more – 2022/2024”, con il sostegno del Mic e della Regione Campania.

Pnrr, Cuchel (commercialisti): “Pnrr sia occasione per riqualificare professioni in Italia”

De Bertoldi (FdI): “Flat tax incrementale e pace fiscale nella legge delega del governo di centrodestra” “Se l’Italia vuole sfruttare al massimo le risorse previste...

Venti anni di FiabaDay, il presidente Trieste: “Prioritario migliorare l’accessibilità ai disabili”

ROMA – Una giornata simbolo per parlare di azioni quotidiane e continue che possono fare la differenza per la creazione di un mondo senza barriere architettoniche. È questo il ‘FiabaDay’, la giornata organizzata da ‘Fiaba Onlus’ in corso – con la sua ventesima edizione – a Roma. Tra interventi e musica si accendono i riflettori

Ricci: “Renzi sogna la distruzione del Pd, ma ci rigenereremo dall’opposizione”

ROMA – “Sappiamo da tempo che Renzi sogna la distruzione del Pd, ma si sbaglia anche questa volta perché non glielo permetteremo”. Il coordinatore dei sindaci dem, Matteo Ricci, replica su Twitter alle dichiarazioni di Matteo Renzi sul futuro del Partito democratico. Il leader di Italia viva, ieri a Milano, ha escluso alleanze con il
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: