L’Unione europea conferma il roaming gratis fino al 2032

l’unione-europea-conferma-il-roaming-gratis-fino-al-2032

Di Alessio Pisanò

BRUXELLES – Il regime ‘Roam like at Home’ che dal 2017 consente di chiamare e navigare su Internet senza alcun sovraprezzo quando si è all’estero sarà rinnovato per altri dieci anni fino al 2032. Questo quanto accordato tra Parlamento europeo e Consiglio dell’Unione Europea ieri in tarda serata. Rispetto a quanto realizzato quattro anni fa, gli operatori dovranno anche cercare di garantire la stessa qualità e velocità di connessione mobile quando i propri clienti si trovano all’estero. Senza alcun costo aggiuntivo, inoltre, si potrà accedere ai sevizi di emergenza e gli operatori dovranno fornire informazioni sul numero di emergenza europeo, il 112.

L’accordo prevede anche l’abolizione di supplementi per le chiamate intra-Ue. Le tariffe di roaming all’ingrosso – quelle pagate dall’operatore telefonico alla compagnia telefonica dove si trova temporaneamente il cliente – saranno limitate a due euro per Gigabyte (Gb) dal 2022, scendendo progressivamente a 1 euro nel 2027. “Stiamo creando un mercato del roaming più equo, concentrandoci soprattutto sugli operatori più piccoli, tagliando significativamente i massimali all’ingrosso”, ha affermato l’eurodeputata popolare Angelika Winzig, membro del gruppo dei negoziatori che hanno raggiunto l’accordo sulla nuova regolamentazione.
]]

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it>

L’articolo L’Unione europea conferma il roaming gratis fino al 2032 proviene da Ragionieri e previdenza.

Desideri: “Notificata la diffida per Impegno Civico a Di Maio e Tabacci”

ROMA – “Ieri i nostri avvocati hanno notificato, presso gli uffici ministeriali, dopo la presentazione del simbolo di Impegno Civico, a Di Maio e Tabacci, formale diffida a presentare le liste di Impegno Civico, comunicando inoltre agli stessi che in caso di presentazione delle liste sarà immediatamente presentato ricorso nei termini di legge. Speriamo sinceramente…

Afghanistan, Kamal Fakhruddin: “Quanti errori, ora è il baratro”

ROMA – È stata una storia segnata da “tanti errori e da scelte amare”, sia da parte della Nato che del Governo afghano, quella che è culminata con l’ingresso a Kabul e la presa del potere da parte dei talebani il 15 agosto 2021. Adesso, con i miliziani alla guida del Paese, l’orizzonte sembra essere…

L’Afghanistan a un anno dalla presa dei talebani. Il racconto di Fondazione Pangea Onlus

ROMA – “Del 15 agosto di un anno fa ricordiamo tutto: l’ansia, la paura, le decisioni difficili e fondamentali da prendere, in poco tempo. La priorità di Pangea è stata proteggere le attiviste e le beneficiarie di vent’anni di lavoro in Afghanistan. Abbiamo bruciato i documenti, bloccato l’ufficio di Kabul ed evacuato il personale. Poi…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: