Cinque americani che denunciano di essere stati vittime di preti pedofili hanno fatto causa al Vaticano perché apra gli archivi e diffonda i nomi dei predatori e i dettagli sui loro abusi. I querelanti contestano alla Chiesa cattolica le pratica di segretezza e il fatto che non abbiano riportato alle autorità i preti sospettati di pedofilia, contribuendo così a mettere a rischio molti minori. 

Durante una conferenza stampa, Stephen Hoffman, vittima insieme ai suoi due fratelli di un prete pedofilo e tra coloro che hanno presentato il ricorso, ha spiegato, trattenendo a stento le lacrime, che l’obiettivo della causa legale è quello di impedire che quanto è accaduto a loro possa ripetersi.

 » Continua a leggere sul sito di riferimento