La proposta di Moggi: “Nessuno vesta la 10 di Diego”

“Sono convinto anche io che il miglior omaggio che si possa fare per rendere ancora più immortale la memoria di Diego sarebbe quello di ritirare la maglia numero 10 dall’ambiente calcistico, perché di numero 10 ne è esistito solo uno, Diego Armando Maradona”. Così Luciano Moggi, ex dirigente del Napoli, ai microfoni di Supergoal, il programma condotto da Mariù Adamo in onda su TvLuna.

“Negli ultimi giorni si è detto di tutto su Diego, ma chi non lo ha conosciuto non può sapere chi è stato veramente. Per anni è stato bistrattato dalla stampa e da tanti giornalisti che oggi invece lo osannano. Indubbiamente è difficile scindere l’uomo dal fuoriclasse, ma vi assicuro che Diego era un fenomeno sia dentro che fuori dal campo. Un ragazzo altruista, certamente folle per certi versi, che conosceva i valori della vita essendo nato in un ghetto poverissimo di Buenos Aires e che ha fatto di tutto per riuscire nel suo sogno. Un uomo – ha concluso Moggi – che ha avuto un impatto sociale incredibile sul popolo napoletano, permettendo ad esso di essere conosciuto in tutto il mondo”.

Fisco, De Lise (commercialisti): Includere le associazioni professionisti nel regime forfettario

Il sottosegretario Federico Freni (Mef) incontra una delegazione del’Ungdcec  ROMA - “Chiediamo al governo, in particolare al ministro dell’Economia e delle Finanze, di includere nel...

In Illinois spari sulla parata del 4 luglio: almeno 6 morti

ROMA – Un maschio bianco, di 18 o 20 anni circa, con capelli lunghi neri, piccolo di corporatura, con indosso una t-shirt bianca o blu: questo l’identikit diffuso dalla polizia dell’Illinois, negli Stati Uniti, di un uomo che ha aperto il fuoco sui partecipanti alla parata del 4 luglio uccidendo almeno sei persone. I riferimenti…

Nato, Altun (minoranza curda in Svezia): “Ci hanno tradito ma non ci arrendiamo”

ROMA – Il memorandum siglato fra Turchia, Svezia e Finlandia che dovrebbe aprire all’adesione dei due Paesi scandinavi alla Nato “è vergognoso e a spese della popolazione curda”. Nonostante questo, però, “crediamo nella società svedese e nella sua democrazia e sappiamo che il popolo svedese è con noi”. A parlare così è Ridvan Altun, portavoce…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: