mercoledì, Luglio 24, 2024

Il Presidente Mattarella all’Accademia dei Lincei

Video NewsIl Presidente Mattarella all'Accademia dei Lincei

Conferiti i Premi Antonio Feltrinelli e i Premi lincei

Roma, 20 giu. (askanews) – Con una cerimonia alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, si è chiuso a Roma l’Anno accademico 2023-2024 dell’Accademia dei Lincei, il 421° dalla sua fondazione. Durante la cerimonia a Palazzo Corsini, sede dei Lincei, sono stati conferiti il Premio del Presidente della Repubblica, il Premio del Ministro della Cultura, il Premio dell’Accademia dei Lincei e i Premi ‘Antonio Feltrinelli’ 2024, i più rilevanti sul piano nazionale per valore, articolazione, prestigio ed eccellenza dei premiati.Il Premio Antonio Feltrinelli per un’impresa eccezionale di alto valore morale e umanitario, di 250.000 euro, è stato assegnato all’Associazione CUAMM – Medici con l’Africa Onlus che svolge la sua attività con continuità in 8 Paesi, tra i più fragili e poveri del continente africano. Negli anni l’associazione ha ampliato i suoi interventi affiancando all’assistenza sanitaria la ricerca scientifica e la formazione delle popolazioni locali. Nei paesi dell’Africa sub-Sahariana (Angola, Etiopia, Mozambico, Repubblica Centrafricana, Sierra Leone, Sud Sudan, Tanzania e Uganda) in cui opera, il CUAMM supporta 21 ospedali, 124 distretti sanitari, 864 centri di salute, 4 scuole per infermieri e ostetriche e 1 università. A tal fine si avvale della presenza sul campo di circa 3.500 operatori, di cui 256 espatriati europei, per lo più italiani (247).Un Premio Straordinario Antonio Feltrinelli per un’impresa eccezionale di alto valore morale e umanitario conseguente alle calamità naturali che hanno colpito l’Emilia-Romagna e le Marche, del calore di 250.000 euro, è stato assegnato al Comitato Territoriale Croce Rossa Bassa Romagna che ha costituito parte essenziale della catena di aiuti e soccorsi che hanno affrontato la straordinaria emergenza provocata dall’eccezionale caduta di piogge e dagli effetti disastrosi connessi con l’esondazione dei fiumi e delle frane appenniniche. Nei giorni tragici dell’alluvione ha costituito il perno logistico ed organizzativo dell’intera azione dei volontari in soccorso delle popolazioni colpite dall’alluvione di maggio e giugno 2023.Il Premio Internazionale Antonio Feltrinelli per la Medicina, di 100.000 euro, è stato conferito a Howard Franklin Bunn, professore emerito di medicina presso la Harvard Medical School. Bunn – evidenzia l’Accademia – è uno dei leader mondiali nello studio e l’insegnamento dell’ematologia e delle malattie del sangue. Alla fine degli anni Settanta pubblicò articoli originali sulla reazione del glucosio con l’emoglobina umana (Hb) per formare HbA1c, un marcatore estremamente importante e universalmente utilizzato per monitorare il trattamento dei pazienti con diabete. Ha scoperto proprietà cruciali dell’emoglobina umana di grande importanza nelle malattie del sangue sia ereditarie che acquisite. Bunn ha dato un contributo fondamentale alla biologia dell’eritropoietina, l’ormone che regola i globuli rossi utilizzato per il trattamento della malattia renale cronica.Il Premio Internazionale Antonio Feltrinelli per le Scienze biologiche, di 100.000 euro, è stato assegnato a Paola Arlotta, che svolge la sua attività principale all’università di Harvard. I suoi studi sono focalizzati su come il cervello si sviluppa durante l’embriogenesi e più avanti nella vita. Arlotta ha fornito il contributo maggiore alla scoperta che i neuroni possono cambiare da una classe all’altra, dimostrando che il dogma della stabilità dell’identità neuronale post-mitotica non era più accettabile. Una scoperta ancora più importante è che neuroni distinti interagiscono con la mielina in modo diverso, per implementare strategie individuali di comunicazione nel cervello. Il suo lavoro su cellule staminali, embrioni e organoidi – evidenzia l’Accademia dei Lincei – fornirà un contributo importante per comprendere come si forma il cervello umano e come cambia durante la gravidanza e la vita. Arlotta è altamente meritoria anche per la sua attività nella divulgazione scientifica e nella promozione dell’interesse delle donne per la scienza.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles