Genocidio in Ruanda, la Francia declassifica i documenti di Mitterand

ROMA – Circa 8mila documenti, relativi al periodo tra il 1990 e il 1994 che precedette il genocidio in Ruanda, sono stati declassificati oggi in Francia. Le testimonianze provengono dagli archivi dell’ex presidente Francois Mitterand e del suo primo ministro Edouard Balladur. A questi documenti ha avuto accesso nei mesi scorsi una commissione d’inchiesta nominata dall’Eliseo per indagare sulle responsabilità francesi nel periodo precedente le stragi, cominciate dopo l’abbattimento con un missile dell’aereo a bordo del quale viaggiava l’allora presidente ruandese Juvenal Habyarimana.

COSA DICE IL REPORT

Secondo la commissione d’inchiesta francese, nominata con decreto del capo dello Stato Emmanuel Macron e coordinata dallo storico Vincent Duclert,

 » Continua a leggere sul sito di riferimento

Figliuolo: “In arrivo sette milioni di dosi Pfizer in più per l’Italia”

TORINO – “Mi ha chiamato il presidente Draghi mentre stavo arrivando ad Aosta per comunicarmi che, grazie alle pressioni europee, all’Ue arriveranno 50 milioni di dosi Pfizer in più per il trimestre aprile, maggio, giugno”. Cosi’ il generale Francesco Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, arrivato oggi a Torino per l’inaugurazione del nuovo centro vaccinale…

L’appello del comitato Orsan sulle Rsa: “Via libera alle visite in presenza ai familiari”

ROMA – I parenti e familiari degli oltre 350mila ospiti ricoverati nelle 7.372 strutture residenziali socio assistenziali (RSA) italiane (fonte: Ministero della Salute (2019) Annuario Statistico del Servizio Sanitario Nazionale, anno 2017) alzano la voce e chiedono al Governo una data certa per la ripresa, in presenza e nel pieno rispetto dei protocolli sanitari, delle…

Sanità, Morra: “Azienda ospedaliera di Cosenza occupata dai cittadini”

REGGIO CALABRIA – “Oggi a Cosenza dei cittadini hanno occupato la sede della direzione generale dell’Azienda ospedaliera di Cosenza. È un gruppo di residenti nel cosentino che chiedono, giustamente, una sanità pubblica ed efficiente che porti alla fine del commissariamento con conseguente riapertura degli ospedali ed assunzione di personale necessario per sopperire alle mancanze attuali”.…