Feste in vista e proprio adesso scoppia in Emilia-Romagna la ‘crisi dei calici’: bottiglie di vino restano sugli scaffali

BOLOGNA. – “Entra in crisi anche il brindisi delle festività, gli ordini natalizi sono fermi“. C’è preoccupazione tra i produttori di vino per il trend di mercato al ribasso in vista di Natale e Capodanno: -15% almeno la flessione stimata finora rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso quando però, a fronte di una netta ripresa dei consumi in Emilia-Romagna, dopo due anni di Covid, il comparto si è trovato a fronteggiare la grave carenza di materie prime (vetro, carta e sughero). Della ‘crisi dei calici’ parla l’analisi di Confagricoltura Emilia-Romagna sui flussi della domanda di vino sotto Natale e Capodanno nel post pandemia. “Sono sensibilmente calate le vendite di bottiglie emblema del vigneto emiliano-romagnolo invertendo la tendenza positiva del terzo trimestre– spiega nel dettaglio Mirco Gianaroli presidente dei viticoltori di Confagricoltura Emilia Romagna- risponde bene solo il mercato legato all’enoturismo (visite in cantina e degustazioni, agriturismo e turismo esperienziale), mentre è in fase di stallo sia la vendita diretta sia il canale Horeca, quindi anche la ristorazione. Una battuta d’arresto che va principalmente attribuita al clima di incertezza e al caro-vita”.

L’APPELLO: “NON SOTTOVALUTARE IL SEGNALE, BISOGNA RILANCIARE LA DOMANDA INCREMENTANDO IL POTERE DI ACQUISTO DELLE FAMIGLIE”

Ecco dunque il monito di Confagricoltura Emilia Romagna: “Non sottovalutare il segnale. Bisogna rilanciare la domanda interna e i consumi incrementando il potere d’acquisto delle famiglie con misure ad hoc e- osserva il presidente Marcello Bonvicini- sostenere la filiera dal produttore al consumatore, dare ossigeno e liquidità all’Emilia-Romagna del vino, proteggere l’intera catena del valore”.

MA IL PROBLEMA DELLE VENDITE DELLE BOTTIGLIE NON È L’UNICO

I dati dell’organizzazione agricola mostrano inoltre una viticoltura regionale che deve combattere su più fronti, contro gli effetti del cambiamento climatico e l’aumento dei costi di produzione. La fiammata dei prezzi rispetto al pre-Covid ha raggiunto valori record: luce e gas (+ 30%), fertilizzanti (+40%), fitofarmaci (+15%), vetro e carta (+60%).
La vendemmia 2022 si è chiusa con un calo produttivo medio del -15% dovuto a siccità ed eventi meteo estremi (gelate, nubifragi e bombe d’acqua). A soffrire di più sono stati i vitigni di collina soprattutto da Piacenza a Bologna. La carenza di manodopera ha contribuito ad appesantire ulteriormente la gestione dell’attività in vigna.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo https://www.dire.it

Rebellin, il ciclismo piange il campione

Da Nibali a Cipollini il ricordo dei protagonisti del pedale Roma, 30 nov. (askanews) - La tragica morte di Davide Rebellin ha sconvolto il mondo del ciclismo. "Rimango tremendamente scioccato nell'apprendere questa triste notizia. Che la terra ti sia lieve, R.I.P. Davide", ha commentato sui social Vincenzo Nibali, a lungo suo compagno di nazionale. Poi

Mattarella rinsalda rapporti con Svizzera, siamo amici profondi. Stoppare cervelli in fuga

A Politecnico Zurigo incontra studenti e ricercatori italiani: dobbiamo offrirgli prospettive Zurigo, 30 nov. (askanews) - Oltre 110mila tra studenti e ricercatori italiani studiano e lavorano nel Politecnico di Zurigo, eccellenza della tecnologia nel cuore dell'Europa. E' qui che il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha scelto di concludere la sua visita di Stato in

Occhiuto: in Calabria con me tolleranza zero su reati ambientali

"Difesa del suolo e lotta all'abusivismo in cima all'agenda politica" Roma, 30 nov. (askanews) - "Da un anno a questa parte, nella mia Regione, da quando mi sono insediato c'è tolleranza zero sui reati ambientali, non solo quelli relativi all'abusivismo ma anche quelli relativi alla mala depurazione, quelli relativi agli incendi boschivi. Per la prima
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: