“Da ospiti difficili a ospiti felici, receptionist e l’arte di gestire un reclamo”, il nuovo libro di Stefano Todisco

Come trasformare il reclamo del cliente di un hotel nell’opportunità di stupire l’ospite, comprenderne i bisogni e restituire un servizio che alla fine del soggiorno consenta di posizionare verso l’alto la lancetta dell’indice di customer satisfaction.
Lo spiega Stefano Todisco in “Da ospiti difficili a ospiti felici – Receptionist e l’arte di gestire un reclamo”, il suo nuovo libro distribuito nelle principali librerie online e in versione cartacea nelle librerie Mondadori.

Si tratta di un testo dedicato ai professionisti del turismo che credono nel valore dell’accoglienza e che desiderano garantire un’esperienza straordinaria ai propri ospiti in un settore alberghiero in costante cambiamento, dove la crescente digitalizzazione rende la comunicazione con la clientela sempre più difficile.

La Guest Relation è il punto di partenza da cui ascoltare e comprendere le esigenze del complainer senza arrendersi di fronte alle richieste più stravaganti. Tra le tante domande a cui trovare risposta spiccano questioni inerenti al linguaggio del corpo, alla compensation, alla definizione di servizio e alla centralità dell’ascolto attivo. Perché se è vero che ogni ospite mette in valigia la sua personale “visione del mondo”, è compito del Segretario di Ricevimento creare una Customer Experience che sappia emozionare e stupire. La gestione del reclamo diventerà così una seconda (migliore) opportunità.

“Abbiamo appreso negli anni quanto sia importante ed efficace l’uso della tecnologia nelle strutture ricettive: ciò che prima richiedeva del tempo, oggi è tutto super ottimizzato in modo tale da poterci dedicare totalmente al cliente. Con il passare degli anni, ci siamo appassionati sempre di più a nuove metodologie come il self check-in, conciergerie digitale, le Mobile Keys ma stiamo dimenticando qual è la chiave vincente del settore hospitality: il rapporto umano!

Gli strumenti che dovrebbero servirci a migliorare il rapporto con i nostri ospiti, se usati male, rischiano di allontanare la comunicazione “umana” ed ecco che entrare in relazione diventa sempre più difficile.

A volte, purtroppo, ce ne rendiamo conto troppo tardi e lo capiamo solo quando qualcosa va storto e l’ospite arriva in Reception per reclamare un disservizio. In quel momento è fondamentale saper gestire, entrare in relazione, entrare in empatia.

Nei miei corsi di formazione mi sono reso conto che questa fase è sempre molto temuta e complicata, causa sicuramente una “scarsa abitudine” nel relazionarci con i nostri ospiti in maniera autentica e saper creare quell’effetto WOW, indispensabile per una esperienza alberghiera vincente. Nel libro “Da Ospiti Difficili a Ospiti Felici”, ho cercato quindi di racchiudere non solo gli step necessari alla gestione di un complaint, ma ho preferito anche arricchire le mie parole con esempi ed esercizi pratici per creare un concept di successo” commenta l’autore Stefano Todisco.

 

Biografia autore.

 

Stefano Todisco è un trainer, consulente e formatore alberghiero. Collabora con numerose Business School d’Italia, insegnando Front Office Management nei più autorevoli Master in Hospitality Management.

Nel 2020, ha creato un nuovo brand di formazione – Front Desk Evolution – con il quale supporta Receptionist e Front Office Manager nella crescita professionale e nella formazione continua.

Schiano di Visconti: “No ad assunzioni di parenti dei consiglieri in tutti gli uffici regionali”

“Vittoria del centrodestra e soprattutto di Fratelli d’Italia in Consiglio Regionale con l’adozione da parte dell’ufficio di presidenza del nuovo provvedimento normativo che estende...

Covid, in Giappone gli esperti confermano: “Omicron più contagiosa ma sintomi più lievi”

FUKUOKA – Secondo l’Istituto nazionale del Giappone per le malattie infettive, “le persone infette dalla variante omicron del coronavirus mostrano la tendenza a manifestare sintomi lievi o assenti, sebbene l’infettività della variante sia più forte di quella della variante delta, che sta rapidamente rimpiazzando dovunque”. “Il rischio che le persone sviluppino sintomi gravi dopo essere…

Myanmar, Aung San Suu Kyi condannata a 4 anni al primo processo

ROMA – Un tribunale del Myanmar ha condannato oggi a quattro anni di reclusione Aung San Suu Kyi, la premio Nobel per la pace, alla guida dalla fine degli anni Ottanta del movimento che si oppone all’autoritarismo dei militari. A darne notizia è stato il portavoce della giunta che l’1 febbraio scorso ha rovesciato le…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: