Covid: commercialisti esposti, subito un piano vaccini

 

Appello al Presidente De Luca da parte degli Odcec della Campania

 

NAPOLI – “Chiediamo al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, l’inserimento prioritario dei commercialisti per le prenotazioni vaccinali, alla stregua di altre categorie professionali, classificando il rischio pendente alla pari di quello previsto per altre categorie già invitate a fruire del vaccino.

Ricordiamo infatti che i commercialisti, fin dai primissimi giorni della pandemia, sono stati al costante servizio di tutti i contribuenti (imprese e persone fisiche), tanto che la categoria fu inclusa nel Dpcm 22 marzo 2020 tra i servizi essenziali, come tra l’altro già riconosciuto con l’attuazione del Piano Socio-Economico della Regione Campania”.

E’ l’appello dei presidenti degli Ordini dei dottori commercialisti e degli esperti contabili della Campania: Francesco Tedesco (Avellino), Fabrizio Russo (Benevento), Luigi Fabozzi (Caserta), Vincenzo Moretta (Napoli), Antonio Tuccillo (Napoli Nord), Giovanni D’Antonio (Nocera Inferiore), Domenico Ranieri (Nola), Nunzio Ritorto (Sala Consilina), Salvatore Giordano (Salerno), Giuseppe Crescitelli (Torre Annunziata), Carmine Santangelo (Vallo della Lucania).

In una lettera indirizzata al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, i vertici dei commercialisti campani evidenziano come gli studi professionali in questi ultimi mesi “non hanno mai chiuso, né hanno interrotto servizi essenziali, assicurando la presenza anche negli uffici giudiziari e nelle amministrazioni di riferimento in tutto questo lungo e faticosissimo anno.

Le molteplici attività generano ancora oggi, inevitabilmente, una costante esposizione e un continuativo rapporto con le persone interessate, aumentando il rischio di contagio da virus Covid e le varianti in circolazione”.

“Ribadendo la ferma volontà di proseguire con massimo senso di responsabilità l’attività quotidiana al servizio dei cittadini, delle imprese e delle amministrazioni pubbliche – concludono i presidenti – chiediamo di considerare, infine, la grave e crescente preoccupazione per il contagio degli iscritti alla categoria”.

Nieddu: “La Sardegna non andrà in zona gialla”

CAGLIARI – “Chiariamo una volta per tutte che la Sardegna non andrà in zona gialla. Sono tutti convinti che con il raggiungimento del 10% di terapie intensive il passaggio sia automatico, non è così”. A ribadirlo è l’assessore regionale alla Sanità, Mario Nieddu, parlando con i giornalisti prima della riunione della commissione Salute del Consiglio…

La Torre: “L’oro di Jacobs? Solo chi non lo conosce può avere dubbi”

Dalla nostra inviata Erika Primavera TOKYO – “Ho letto cosa scrivono alcuni giornalisti stranieri: non sta scritto da nessuna parte che il vincitore dei 100 metri delle Olimpiadi debba essere per forza americano o anglosassone. Soltanto chi non conosce il percorso di Marcell e la maniacalità dei suoi allenamenti può avere qualche dubbio”. Così il…

Il Canada accoglierà tre atleti del team rifugiati di Tokyo 2020

ROMA – Il Canada è il primo Paese a decidere di accogliere tre degli atleti della squadra dei 29 rifugiati presente alle Olimpiadi di Tokyo 2020 grazie a un programma congiunto tra il Comitato internazionale olimpico (Cio) e l’Alto commissariato dell’Onu per i rifugiati (Unhcr). Tre corridori mezzofondisti sudsudanesi – Paulo Amotun Lokoro, Nathike Lokonyen…