Commercialisti: Matacena (Napoli Nord), andare al voto il prima possibile

“Il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio, in merito alle elezioni dei commercialisti, nell’udienza di ieri ha scelto di discutere direttamente nel merito il ricorso.

Questa strada, probabilmente, porterà ad una diminuzione dei tempi necessari per la decisione. Occorre ricordare che le consultazioni elettorali di categoria, originariamente convocate a novembre dello scorso anno sono state rinviate già tre volte (emergenza sanitaria, ordinanza del Consiglio di Stato e una sospensiva del Tar Lazio).

Non vogliamo cercare colpevoli, ma chiediamo con determinazione che si restituisca la parola ai 120mila commercialisti italiani per scegliere le governance locali e successivamente il nuovo board nazionale”.

Lo ha detto Francesco Matacena, candidato alla presidenza dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli Nord per la lista “Odcec 2.0, costruiamo insieme il futuro della professione”, commentando l’udienza della giustizia amministrativa.

“I commercialisti devono essere i protagonisti della ripresa economica. E’ fondamentale operare al di sopra di ogni interesse personale. Le cariche ordinistiche sono doveri e non privilegi”, ha concluso Matacena.

Fisco, De Lise (commercialisti): Includere le associazioni professionisti nel regime forfettario

Il sottosegretario Federico Freni (Mef) incontra una delegazione del’Ungdcec  ROMA - “Chiediamo al governo, in particolare al ministro dell’Economia e delle Finanze, di includere nel...

In Illinois spari sulla parata del 4 luglio: almeno 6 morti

ROMA – Un maschio bianco, di 18 o 20 anni circa, con capelli lunghi neri, piccolo di corporatura, con indosso una t-shirt bianca o blu: questo l’identikit diffuso dalla polizia dell’Illinois, negli Stati Uniti, di un uomo che ha aperto il fuoco sui partecipanti alla parata del 4 luglio uccidendo almeno sei persone. I riferimenti…

Nato, Altun (minoranza curda in Svezia): “Ci hanno tradito ma non ci arrendiamo”

ROMA – Il memorandum siglato fra Turchia, Svezia e Finlandia che dovrebbe aprire all’adesione dei due Paesi scandinavi alla Nato “è vergognoso e a spese della popolazione curda”. Nonostante questo, però, “crediamo nella società svedese e nella sua democrazia e sappiamo che il popolo svedese è con noi”. A parlare così è Ridvan Altun, portavoce…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: