Commercialisti, in Campania il “Centro di ricerca territoriale sulla crisi d’impresa”

146

 

Sarà promosso dall’Osservatorio Internazionale sul debito in collaborazione con l’Odcec di Napoli Nord. La presentazione lunedì 15 giugno alle 17 con Renato Rordorf, Giuseppe Dongiacomo, Stefania Pacchi, Andrea Pisaneschi, Antonio Tuccillo, Francesco Corbello, Stefano Ambrosin, Lorenzo Mezzasoma, Sandro Pettinato

 

“L’Osservatorio internazionale sul debito costituirà in Campania un ‘Centro di ricerca territoriale sulla crisi d’impresa’ in collaborazione con l’ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli Nord”. Lo ha reso noto la professoressa Stefania Pacchi (professore ordinario di Diritto Commerciale, direttore del Corso di Alta Formazione in Diritto delle crisi d’impresa dell’Università di Siena e titolare di cattedra presso l’Università Carlos III di Madrid) presentando il  primo webinar sul tema “Gli strumenti concorsuali dell’emergenza” che si terrò lunedì 15 giugno 2020 alle ore 17,00.

“L’Osservatorio – ha aggiunto la presidente Pacchi – riunisce studiosi italiani e stranieri sulle tematiche della crisi di impresa con l’obiettivo di mettere in comune le diverse esperienze di accademici, professionisti, operatori e giudici, nell’ambito della crisi di impresa e della relazione tra banca e impresa. Le attività saranno avviate con tre webinar sul tema degli interventi normativi adottati durante la crisi Covid in tema di procedure concorsuali e di finanziamenti alle imprese”.

“Sono molto soddisfatto ed onorato di rappresentare il primo ordine dei commercialisti e degli esperti contabili che è socio onorario della prestigiosissima associazione ‘Osservatorio Internazionale sul Debito’ – sottolinea Antonio Tuccillo, numero uno dell’Odcec Napoli nord – e ringrazio i professori Pacchi e Pisaneschi per l’opportunità che ci è stata concessa ed il collega Francesco Corbello per aver promosso la collaborazione.

Per offrire il nostro contributo stiamo organizzando un Comitato scientifico locale, il cui coordinamento è stato affidato Giuseppe Dongiacomo, aversano e magistrato in Cassazione con notevole esperienza nella crisi d’impresa, e ci accingiamo ad ampliare la partecipazione ad altri magistrati e professionisti del circondario. Miriamo a diventare un centro di eccellenza sul territorio nella ricerca in materia di crisi d’impresa”.

“L’attività di ricerca in questo semestre – evidenzia il professor Andrea Pisaneschi (ordinario di Diritto Costituzionale presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Siena dove insegna anche Diritto dei Mercati Internazionali e consigliere dell’Osservatorio – sarà legata all’emergenza coronavirus ed in particolare allo studio dei provvedimenti emanati in Italia in tema economico e in tema di procedure concorsuali. Si prevede su questo tema l’uscita di una pubblicazione curata dai fondatori dell’Osservatorio, con interventi di accademici e operatori entro luglio.

Un secondo libro, curato ancora dall’Osservatorio, analizzerà i principali provvedimenti in tema economico e concorsuale adottati nel mondo in seguito all’emergenza coronavirus e sarà pubblicato entro settembre. L’Osservatorio intende proporsi come punto di riferimento rispetto alle istituzioni nazionali ed europee, tenendo in conto in particolare le esigenze del mondo professionale e imprenditoriale. Intende relazionarsi con le istituzioni pubbliche italiane ed europee presentando anche proposte e progetti, in accordo con professionisti e operatori del settore”.

“E’ un onore essere associato all’OID e partecipare ad un evento con un parterre di elevatissimo valore scientifico” ha affermato Francesco Corbello (iscritto all’Ordine di Napoli nord ed unico liquidatore italiano presso il Dubai International Financial Centre). “Il coinvolgimento dell’Ordine nasce dal presupposto che i dottori commercialisti costituiscono un punto di vista privilegiato per osservare i fenomeni economici delle imprese; dunque, con l’ausilio dei colleghi, potremo rilevare, elaborare ed offrire in esame all’Osservatorio dati di estrema rilevanza scientifica.

Gli Ordini professionali – ha rimarcato Corbello -, come in questo caso, devono diventare punto di riferimento e vivere in osmosi con imprese ed istituzioni locali: solo così possono guardare al futuro ed acquisire maggiore autorevolezza. Infine sono sicuro che l’Odcec prenderà spunto della prestigiosa collaborazione con OID per mettere in campo una serie di iniziative in tema di formazione in grado di offrire ai Colleghi un’altissima specializzazione in materia che possa, da un lato, aprire agli iscritti non impegnati nella materia della crisi di impresa nuovi sbocchi professionali a supporto del locale Tribunale di Napoli nord e, dall’altro, essere al servizio delle imprese nella fase economica emergenziale che stiamo vivendo”.

All’incontro parteciperanno anche Renato Rordorf (ex magistrato, Presidente del Comitato Scientifico OID e “padre” della Riforma sulla crisi di impresa, nella foto) i docenti Stefano Ambrosin e Lorenzo Mezzasoma, Sandro Pettinato (componenti del Comitato Scientifico OID).