Commercialisti di Napoli approvano il bilancio preventivo 2022

commercialisti-di-napoli-approvano-il-bilancio-preventivo-2022

NAPOLI – L’Assemblea dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli ha approvato oggi il Bilancio preventivo 2022.”Lascio dopo 20 anni questo importante e prestigioso ruolo di guida dell’ordine – ha detto Vincenzo Moretta, numero uno dell’Odcec partenopeo, nel corso dei lavori, a cui hanno partecipato quasi 400 iscritti – con l’auspicio, che il mio successore possa presiederlo con gli stessi principi e con la medesima passione che ha caratterizzato la mia gestione. Sarà necessario rinnovare lo spirito di sacrificio e di abnegazione per rispondere tempestivamente alle esigenze di tutti colleghi – ha aggiunto Moretta – che sono quotidianamente impegnati a supportare imprese e famiglie anche nella fase post Covid-19. E, nel contempo, occorrerà rimarcare il ruolo centrale della nostra professione per l’economia del Paese”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Commercialisti di Napoli approvano il bilancio preventivo 2022 proviene da Ragionieri e previdenza.

A Bruxelles si scatena la violenza no vax: aggredito giornalista della Dire

BRUXELLES – Si è conclusa con 70 arresti e diversi feriti tra manifestanti e agenti di polizia la manifestazione contro le misure anti-Covid, che si è svolta a Bruxelles domenica 23 gennaio. Diversi i danni, tra cui la distruzione dell’ingresso della sede del Servizio di azione esterna dell’Ue nel quartiere europeo della capitale belga. Tra…

Sondaggio Tecnè: cresce del 7% la spesa degli italiani per il consumo di beni e servizi

ROMA – Gli italiani tornano ad aprire il proprio portafogli e a riempire il carrello della spesa di beni e servizi. Dopo una contrazione pari a -12% registrata nel 2020, nel 2021 la spesa media mensile delle famiglie, al netto del computo degli affitti figurativi, fa registrare una crescita pari a +7%, percentuale che corrisponde…

Diciottenne morto durante lo stage, Rete ATI Friuli: “Lorenzo non era in alternanza scuola-lavoro”

ROMA – “Quello che stiamo vivendo è un dramma. Un dramma devastante che meriterebbe però un po’ di consapevolezza in più. Forse servirebbe tenere i toni più bassi, e prima di criticare dei modelli bisognerebbe conoscerli. L’alternanza scuola lavoro non c’entra nulla. Quello che frequentava Lorenzo era un Centro di Formazione Professionale”. Gabriele De Simone,…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: