Circular economy, al via la quarta edizione del contest di SeedUp rivolto alle start up

 

Bruscino (Green Energy Holding): “Giovani innovatori siano protagonisti della ripartenza”

Celentano (SeedUp): “Call per le nuove strutture innovative, in palio 10mila euro per il progetto migliore”

 

Ha preso il via la call per la quarta edizione del contest nazionale di SeedUp “Dall’idea all’impresa green” rivolto alle start up che operano nella green e circular economy, in particolare nei settori agrifood, mobilità sostenibile, energie rinnovabili, waste management ed economia circolare.

Al progetto vincitore andranno 10 mila euro per sostenere la propria attività. Per inviare le proposte basta cliccare sul sito SeedUp.it e andare nell’apposita sezione “Contest 2021”. Scadenza per le presentazioni 15 maggio 2021.

“Il nostro obiettivo è quello di essere al fianco ai giovani innovatori italiani per cercare di accompagnare e aiutare tutte le neo imprese che si stanno cimentando nella transizione ecologica”, afferma Angelo Bruscino (nella foto in alto), consigliere d’amministrazione della Green Energy Holding, nel corso della presentazione dell’iniziativa.

“Il futuro del mondo è legato al cambiamento epocale che dovremo realizzare nei prossimi anni. Compito non semplice ma alla portata delle menti geniali dei nostri ragazzi.

“La pandemia – prosegue Bruscino –  ha falcidiato in particolar modo le imprese condotte dai giovani, ma noi andiamo controcorrente e li esortiamo a crederci ancora”.

“Ospitiamo con piacere la quarta edizione del contest di SeedUp nel nostro quartier generale.  Nel mese di giugno procederemo con la premiazione del progetto non solo per celebrarne l’idea – conclude – ma anche per affiancarla nella realizzazione in concreto del progetto”.

“SeedUp è un acceleratore di start up innovative nato nel 2015 per favorire la nascita e lo sviluppo di startup innovative”, spiega Alberto Celentano (nella foto in basso), ceo dell’incubatore.

“Abbiamo lanciato una nuova call, la quarta, per giovani realtà che operano nel settore della green e circular economy.

Entro i primi giorni di giugno saranno individuati i 5 finalisti che si confronteranno in una ‘elevator competition pitch’ di fronte a una giuria composta da docenti universitari e partner imprenditoriali del contest che ci aiuteranno a selezionare il miglior progetto imprenditoriale”.

“Nel 2019 – ricorda Celentano –  data dell’ultima edizione del contest, la startup vincitrice, ”River Cleaning”, è riuscita ad estendere il proprio brevetto relativo ai mulini galleggianti a livello europeo e successivamente a venderlo.  Un’ impresa realizzata anche grazie al nostro supporto, dopo soli 8 mesi dalla vittoria del contest”.

Recovery plan, Mirri (Asl Roma 1): “Non bastano macchinari, serve personale”

ROMA – All’interno del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, varato dal Governo Draghi, trova spazio l’ammodernamento digitale del parco tecnologico. Si tratta di un investimento notevole pari a 1,19 miliardi di euro. Un passo importante al fine di garantire il migliore trattamento di radioterapia oncologica possibile a tutti i cittadini, in maniera omogenea su…

Burundi, Ue pronta a revocare sanzioni: “Progressi su diritti”

ROMA – L’Unione Europea ha avviato l’iter per la revoca delle sanzioni economiche imposte cinque anni fa nei confronti del Burundi in virtù degli “sviluppi positivi instradati dal presidente in termini di buon governo, stato di diritto e diritti umani”. A renderlo noto è stato l’ambasciatore dell’Ue nel Paese, Claude Bochu, che ieri è stato…

Uganda, al Lacor Hospital la distribuzione dei kit anti Covid

LACOR (Uganda) – In un Paese di nuovo chiuso nella morsa del lockdown, la onlus Afron è tornata in missione per essere accanto alle donne e ai piccoli pazienti oncologici. Al Lacor Hospital, simbolo della lotta all’ebola che colpì duramente l’Uganda, dalle prime ore del giorno è in corso la distribuzione dei kit anti Covid…