Bove (IV): “Medici ‘anti-Covid’ a supporto dei dirigenti scolastici”

 

Parla il candidato di Italia Viva alle elezioni regionali in Campania

 

NAPOLI – “Ritengo indispensabile l’apporto di ‘medici anti-Covid’ a supporto dei dirigenti scolastici che siano in grado di aiutarli nella gestione dei casi sospetti, di quelli accertati e nel controllo di eventuali focolai”.

“Un ruolo che non può essere demandato solo al referente Covid della scuola, ma presuppone competenze che solo i medici di medicina generale possono offrire”.

Lo ha dichiarato Pasquale Bove, candidato di Italia Viva alle elezioni regionali in Campania.

“I vertici degli istituti non siano lasciati soli ad affrontare le difficoltà legate all’emergenza sanitaria Covid-19”.

“L’anno scolastico – ha aggiunto Bove – deve ripartire in piena sicurezza per gli studenti, per il personale docente e per quello tecnico amministrativo”.

“La Regione Campania può esercitare un ruolo fondamentale in questo senso provvedendo a garantire a tutte le scuole il necessario supporto sanitario grazie al coinvolgimento dei medici di famiglia, allargando anche ai neo-specializzati – conclude il candidato di Italia Viva – la possibilità di contribuire alla corretta applicazione dei protocolli di prevenzione e la gestione ottimale delle criticità”.

Desideri: “Notificata la diffida per Impegno Civico a Di Maio e Tabacci”

ROMA – “Ieri i nostri avvocati hanno notificato, presso gli uffici ministeriali, dopo la presentazione del simbolo di Impegno Civico, a Di Maio e Tabacci, formale diffida a presentare le liste di Impegno Civico, comunicando inoltre agli stessi che in caso di presentazione delle liste sarà immediatamente presentato ricorso nei termini di legge. Speriamo sinceramente…

Afghanistan, Kamal Fakhruddin: “Quanti errori, ora è il baratro”

ROMA – È stata una storia segnata da “tanti errori e da scelte amare”, sia da parte della Nato che del Governo afghano, quella che è culminata con l’ingresso a Kabul e la presa del potere da parte dei talebani il 15 agosto 2021. Adesso, con i miliziani alla guida del Paese, l’orizzonte sembra essere…

L’Afghanistan a un anno dalla presa dei talebani. Il racconto di Fondazione Pangea Onlus

ROMA – “Del 15 agosto di un anno fa ricordiamo tutto: l’ansia, la paura, le decisioni difficili e fondamentali da prendere, in poco tempo. La priorità di Pangea è stata proteggere le attiviste e le beneficiarie di vent’anni di lavoro in Afghanistan. Abbiamo bruciato i documenti, bloccato l’ufficio di Kabul ed evacuato il personale. Poi…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: