Arrestato per corruzione l’ex capo della protezione civile pugliese, è ai domiciliari

arrestato-per-corruzione-l’ex-capo-della-protezione-civile-pugliese,-e-ai-domiciliari

BARI – Il dirigente della Regione Puglia (sezione strategia e governo dell’offerta e ad interim, sezione Protezione civile), Antonio Mario Lerario è stato arrestato per corruzione dal personale del nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza di Bari. L’arresto è avvenuto nell’ambito di indagini in relazione alla sua attività di dirigente della Protezione civile. Il dirigente – riferiscono gli investigatori – è stato fermato dopo che lo stesso avrebbe ricevuto in una busta la somma di 10mila euro in contanti consegnata da un imprenditore che opera nel settore dell’edilizia e che “ha in corso contratti di appalto per la somma di oltre 2 milioni di euro con la Protezione civile regionale”. Ieri la convalida dell’arresto, con cui è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari.

SOUMAHORO: “LEGA BRACCIANTI PRONTA A DENUNCIARE”

“Lottiamo da anni contro sfruttamento, caporalato e assistenzialismo imprenditoriale che lucrano sulla miseria dei braccianti. In attesa che la giustizia faccia il suo corso, la Lega Braccianti è pronta a collaborare con le autorità per denunciare”. È il contenuto di un tweet pubblicato dal leader della Lega braccianti, Aboubakar Soumahoro, in riferimento all’ormai ex dirigente della protezione civile regionale della Puglia Mario Lerario, arrestato il 23 dicembre scorso con l’accusa di aver intascato una tangente da 10mila euro. La gip del Tribunale di Bari Anna Perrelli ha disposto gli arresti domiciliari per due imprenditori, Luca Ciro Giovanni Leccese di Foggia e Donato Mottola di Noci. Il primo è accusato di corruzione in concorso con Lerario. Il secondo invece è indagato per un altro caso di corruzione.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Arrestato per corruzione l’ex capo della protezione civile pugliese, è ai domiciliari proviene da Ragionieri e previdenza.

VIDEO | FOTO | Un weekend in Franconia tra birrifici, storia e magia del Natale – tappa 1: Bayreuth

BOLOGNA – Se si pensa alla Franconia e a Norimberga vengono subito in mente la birra, i wurstel e, dal punto di vista storico, il processo ad alcuni esponenti del nazismo che tra il novembre 1945 e l’ottobre 1945 pose la città al centro dei riflettori nel mondo intero. Ma questa parte della Baviera conta anche…

Lo ius scholae è alla Camera, destra sul piede di guerra. Lega: “Pd mette in difficoltà il governo”

ROMA – Il testo dello ius scholae per la riforma della legge sulla cittadinanza è stato chiuso nella serata di ieri in Commissioni Affari Costituzionali e ora è pronto ad andare in aula alla Camera per essere discusso. Ma l’approdo del testo, salutato dal Pd e sinistra con ripetuti “finalmente” e l’esortazione ad approvarlo, fa…

Su estradizione di Assange ancora molto da fare, un incontro alla Dire

ROMA – Cosa si può fare ancora per Julian Assange, il giornalista e attivista australiano, fondatore della piattaforma Wikileaks, che potrebbe essere estradato da un momento all’altro dalla Gran Bretagna negli Stati Uniti, dove ad attenderlo c’è il rischio di scontare in carcere 175 anni per reati connessi allo spionaggio? Se lo chiede l’agenzia internazionale…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: