Agricoltura, il modello rigenerativo del Future Food Institute è buona pratica Ue

agricoltura,-il-modello-rigenerativo-del-future-food-institute-e-buona-pratica-ue

ROMA – L’Unione europea riconosce come buona pratica il modello rigenerativo del sistema agroalimentare promosso dal Future Food Institute, il centro di eccellenza per la food innovation, nato a Bologna, che opera in tre diversi continenti: Europa, America (San Francisco e New York) e Asia (Tokyo, Shanghai e Singapore). “Il principio alla base di questa best practice europea è combinare ‘pensatori’ e ‘attori’, giovani e leader esperti, organizzazioni for-profit e no profit per co-progettare e rimodellare un ecosistema rigenerativo a partire dal potere curativo del cibo- spiega una nota- L’obiettivo è ripensare la filiera alimentare, utilizzando un pensiero sistemico e un approccio olistico per costruire una società più sostenibile attraverso il cibo”.

L’Unione europea ha elogiato il lavoro del Future Food Institute (FFI), un modello che opera collegando i punti dell’ecosistema alimentare globale puntando su tre assi: Educazione, Comunità e Innovazione.

L’Istituto contribuisce a “sensibilizzare e costruire una nuova consapevolezza coinvolgendo tutti gli stakeholder attorno al tavolo, sia all’interno del settore agroalimentare (produzione alimentare, trasformazione, distribuzione, stoccaggio, fornitura) e al di fuori di essa (insegnanti, studenti, imprenditori, startupper, filantropi, community builders, ricercatori, diplomatici, changemakers)”.

LEGGI ANCHE: Agricoltura, resistenza degli under 35: storia di Martino, coltivatore di piante aromatiche

“Essere riconosciuti dall’Unione Europea come buona pratica- dichiara Sara Roversi, fondatrice del Future Food Institute- è motivo di grande soddisfazione per chi, come noi, lavora da privato per il bene comune e per le grandi sfide del Pianeta, come la crisi climatica e la nutrizione sana e sostenibile per tutti. Ne andiamo molto fieri e siamo così ancora più motivati a proseguire la nostra missione, che coinvolge attori come appunto l’Unione Europea e la FAO”.

Attraverso eventi e hackathon, il FFI “ispira la comunità globale ad intraprendere azioni collettive”. L’Unione europea cita ad esempio l’hackathon sulla circolarità, “che ha raggiunto oltre 400 partecipanti tra studenti, startupper, aziende e partner istituzionali” e “il lavoro svolto quotidianamente nel Living Lab sito nel cuore di Bologna che ha ospitato negli anni più di 30.000 persone, sviluppato quasi 25.000 ricette innovative per abbracciare i principi dell’economia circolare e combattere il cambiamento climatico, e supportato più di 20 startup”.

L’articolo Agricoltura, il modello rigenerativo del Future Food Institute è buona pratica Ue proviene da Ragionieri e previdenza.

Kenya, l’attivista degli shona: “Votiamo per la prima volta, è un sogno”

ROMA – Votare è “un diritto democratico di ogni cittadino” ma domani, per gli esponenti della comunità shona del Kenya, anche “un sogno che diventa realtà”. All’agenzia Dire, “ansioso” di poter dire la sua alle urne per la prima volta, lo dice Mxhlancano Tshuma, un portavoce della Community of Shona in Kenya di 25 anni…

È morto TC di Magnum PI: incidente fatale per Roger E. Mosley

ROMA – TC non c’è più. Roger E. Mosley, il pilota di elicotteri sempre al fianco di Tom Selleck in Magnum PI, se ne va a 83 anni. È scomparso dopo un incidente stradale in California. A confermare la notizia è stata la figlia, Ch-a, che due giorni fa aveva riportato l’accaduto su Instagram. “Mio…

“Idiota”, “piantala con il vittimismo”: è scontro tra Salvini e Zorzi

ROMA – Tra Matteo Salvini e Tommaso Zorzi non corre buon sangue. I due si sono scontrati ancora una volta sui social. Questa volta ad accendere la miccia è la campagna poltica portata avanti dal leader della Lega, una linea che l’influencer ed ex gieffino chiaramente non gradisce. Su Twitter, così, il 27enne ha commentato…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: