A Comacchio arriva Dog Sport Experience, olimpiadi per cani esperti di agility, obedience e tartufo

a-comacchio-arriva-dog-sport-experience,-olimpiadi-per-cani-esperti-di-agility,-obedience-e-tartufo

FERRARA – Agility dog, canicross, rally obedience, ma anche ricerca del tartufo, il salvataggio in acqua e sheepdog. Sono le discipline di gara di quello che si presenta con l’ambizione di essere “il più grande evento europeo dedicato agli sport cinofili”: si terrà per la prima volta sui Lidi di Comacchio, nella provincia ferrarese. Qui dal 14 al 20 giugno è atteso il primo Dog Sport Experience: l’evento lo ha ideato Massimo Perla, presidente di Indiana Kayowa Asd, storico dog trainer italiano (noto anche per il suo lavoro con i cani nel cinema e volto de ‘L’Arca di Noè’ di Canale 5), ed è organizzato dalla Fidasc, federazione sportiva riconosciuta dal Coni, e da centro sportivo nazionale Csen, Comune di Comacchio con il supporto di Visit Comacchio.

Pare abbia “attirato le attenzioni anche di personaggi famosi come Fiorello e Amadeus”, dicono gli organizzatori. Ma come sono queste ‘Olimpiadi italiane dei cani’? Per una settimana i partecipanti con i loro quattro zampe si cimenteranno in 18 discipline che impegneranno oltre 60 istruttori in lezioni avanzate e di avvicinamento in diverse tecniche cinofile, dal lunedì al giovedì. Il fine settimana, da venerdì a domenica, largo alle gare nazionali come l’agility, il canicross, la rally obedience, la ricerca del tartufo, il salvataggio in acqua e lo sheepdog.

“Sono anni che fantasticavamo sulla possibilità di organizzare una manifestazione che permettesse di mettere assieme chiunque veda il cane come un compagno di attività e divertimento- dice Perla- da oltre 40 anni ho dedicato la mia vita ai cani, ho trasformato questa passione in un magnifico lavoro che mi ha permesso di vivere esperienze indimenticabili in tutto il mondo. Ora questa nuova avventura è un altro tassello del mio impegno per il pieno riconoscimento degli sport cinofili”.

“L’amministrazione comunale ha accolto sin da subito la proposta del ‘Dog Sport Experience’, evento che consente di promuovere e sensibilizzare l’attenzione verso i cani e più in generale verso gli animali, fornendo anche un positivo messaggio in chiave turistica- dice Emanuele Mari, assessore al Turismo e Sport di Comacchio- con gli organizzatori, l’abbiamo ritenuta una grande occasione di dare visibilità e promuovere il territorio, considerando gli importanti canali televisivi in cui verrà trasmesso e la caratura dei testimonial dell’evento, in particolar modo sotto il profilo ambientale, visto il contesto in cui si svolgerà, Spiaggia Romea appunto, location naturalistica emblematica, oltre che rinomato villaggio vacanze”.

La spiaggia Romea Club Village and Hotel sarà suddivisa in diverse aree in cui esperti e meno esperti potranno partecipare ai workshop per poi lasciare spazio alle gare, tra cui il campionato italiano Under18 dedicato ai proprietari più giovani. Durante tutta la settimana, le lezioni di agility, per chi ha meno di 18 anni, saranno gratuite. Nei sette giorni dell’evento ci sarà spazio anche per la formazione teorica con seminari e convegni su temi che ruotano attorno allo sport con il cane: dall’ortopedia e la fisiatria fino al raduno della Nazionale di Agility. Parte un “evento che unisce la voglia di condivisione, la cultura cinofila, l’amicizia, il divertimento e la possibilità di una vacanza speciale con il proprio cane”, dice Francesco Brescia di Csen e Fidasc, “un’occasione per unire gli atleti cinofili di tutta Italia, ma anche per coinvolgere turisti ed appassionati che potranno in futuro praticare le attività con i propri amici a quattro zampe”.

LEGGI ANCHE: Uno studio rivela che le tane degli animali marini si associano come social network umani

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo A Comacchio arriva Dog Sport Experience, olimpiadi per cani esperti di agility, obedience e tartufo proviene da Ragionieri e previdenza.

Nieddu: “La Sardegna non andrà in zona gialla”

CAGLIARI – “Chiariamo una volta per tutte che la Sardegna non andrà in zona gialla. Sono tutti convinti che con il raggiungimento del 10% di terapie intensive il passaggio sia automatico, non è così”. A ribadirlo è l’assessore regionale alla Sanità, Mario Nieddu, parlando con i giornalisti prima della riunione della commissione Salute del Consiglio…

La Torre: “L’oro di Jacobs? Solo chi non lo conosce può avere dubbi”

Dalla nostra inviata Erika Primavera TOKYO – “Ho letto cosa scrivono alcuni giornalisti stranieri: non sta scritto da nessuna parte che il vincitore dei 100 metri delle Olimpiadi debba essere per forza americano o anglosassone. Soltanto chi non conosce il percorso di Marcell e la maniacalità dei suoi allenamenti può avere qualche dubbio”. Così il…

Il Canada accoglierà tre atleti del team rifugiati di Tokyo 2020

ROMA – Il Canada è il primo Paese a decidere di accogliere tre degli atleti della squadra dei 29 rifugiati presente alle Olimpiadi di Tokyo 2020 grazie a un programma congiunto tra il Comitato internazionale olimpico (Cio) e l’Alto commissariato dell’Onu per i rifugiati (Unhcr). Tre corridori mezzofondisti sudsudanesi – Paulo Amotun Lokoro, Nathike Lokonyen…